Rappresentanza In Italia

Bilancio dell'UE: investire nelle persone

/italy/file/budget-bannerjpg-0_itbudget-banner.jpg

budget-banner.jpg
copyright EU

Investire nelle persone e rafforzare la dimensione sociale dell’Unione europea è stata una delle priorità fondamentali della Commissione Juncker.

30-05-2018

Il prossimo bilancio a lungo termine dell’UE riflette chiaramente questo impegno e la Commissione propone di rafforzare, unire e orientare meglio alcuni fondi esistenti che già ora mettono al centro le persone.

Nello specifico, la Commissione propone di istituire un Fondo sociale europeo rinnovato, il "Fondo sociale europeo Plus" (FSE+), e un Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) rafforzato e più efficace, entrambi finalizzati ad investire nelle persone, per garantire che possiedano le competenze necessarie per affrontare le sfide e i mutamenti del mercato del lavoro, dando così seguito al pilastro europeo dei diritti sociali. Per il periodo 2021-2027 il valore del Fondo sociale europeo Plus ammonterà a 101,2 miliardi di euro, mentre quello del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione a 1,6 miliardi.

Il Fondo Giustizia, diritti e valori, del valore di 947 milioni di euro ripartiti su 7 anni, sosterrà ulteriormente lo sviluppo di uno spazio europeo di giustizia basato sullo Stato di diritto e sulla fiducia reciproca e garantirà che le persone possano godere dei loro diritti.

Maggiori informazioni sul Fondo sociale europeo Plus saranno disponibili in un comunicato stampa, un memo e una scheda informativa. Ulteriori informazioni sul Fondo Giustizia, diritti e valori saranno pubblicate qui.

La Commissione propone anche di raddoppiare il finanziamento destinato al programma Erasmus per il periodo 2021-2027 portandolo a 30 miliardi di euro e di aumentare i fondi per il programma Europa creativa, portandoli a 1,85 miliardi di euro.

Il programma Erasmus permette già a milioni di giovani europei di frequentare corsi di studio o di formazione all'estero, ampliando nel contempo le loro esperienze e conoscenze dell'Europa e migliorando le loro possibilità future di trovare lavoro. Con il raddoppio dei finanziamenti, il programma sarà ancor più efficace nel sostenere obiettivi politici fondamentali come la costruzione entro il 2025 di uno spazio europeo dell'istruzione, l'offerta di maggiori opportunità ai giovani e la promozione di un'identità europea mediante politiche a favore dei giovani, dell'istruzione e della cultura.

Il programma sarà anche più inclusivo e raggiungerà persone provenienti da tutti i contesti. Tra i beneficiari ci saranno gli alunni della scuola primaria, gli studenti delle scuole superiori, i tirocinanti, gli insegnanti, i formatori, gli animatori socioeducativi, gli allenatori sportivi, nonché i discenti dell'istruzione e della formazione professionale e il personale coinvolto nell'istruzione degli adulti.

L'obiettivo fondamentale del programma Europa creativa è promuovere, rafforzare e proteggere la diversità culturale e linguistica, il patrimonio culturale e la creatività nonché la competitività dei settori culturali e creativi europei. La cultura ha un ruolo essenziale nel rispondere alle principali sfide sociali ed economiche, in particolare nella promozione della cittadinanza attiva, di valori comuni, del benessere, dell'innovazione, della crescita economica e della creazione di posti di lavoro.

Un comunicato stampa e una scheda informativa sul programma Erasmus e un comunicato stampa e una scheda informativa sul programma Europa creativa saranno disponibili online.

Oggi alle 13:00 il Vicepresidente Dombrovskis e i Commissari Thyssen, Navracsics e Gabriel terranno una conferenza stampa su tutti i fondi sopraccitati.