Rappresentanza In Italia

Aiuti di Stato: la Commissione approva il regime italiano che agevola l'uscita dal mercato delle piccole banche in dissesto

/italy/file/soldijpg_itsoldi.jpg

soldi
©pixabay

La Commissione europea ha autorizzato, in base alle norme dell'UE sugli aiuti di Stato, un regime di liquidazione italiano per le piccole banche con attivi totali inferiori a 3 miliardi di euro.

13-04-2018

Il regime agevola il lavoro delle autorità nazionali in caso di emergenza, ad esempio quando viene individuato il dissesto di una banca dalle autorità nazionali competenti. Nell'ambito di tale regime, i sistemi di garanzia dei depositi riconosciuti (SGD) in Italia possono sostenere il trasferimento delle attività e passività di una banca in dissesto a un'altra banca secondo le procedure di insolvenza nazionali.

La Commissione ha ritenuto che il sostegno da parte dei componenti obbligatori dell'SGD italiano fosse compatibile con il principio degli aiuti di Stato, in linea con la comunicazione della Commissione relativa alle banche del 2013 e la corrispondente normativa dell'UE, inclusa la direttiva relativa ai sistemi di garanzia dei depositi, in particolare l'articolo 11, paragrafo 6. Qualsiasi aiuto sarebbe limitato al minimo necessario per agevolare l'uscita ordinata della banca in dissesto dal mercato. I contributi degli azionisti e dei detentori di obbligazioni subordinate sono pertanto richiesti in linea con gli obblighi della comunicazione relativa alle banche del 2013. I fondi del sistema di garanzia dei depositi saranno impiegati per garantire l'accesso dei depositanti ai depositi coperti, e i costi di finanziamento non supereranno l'importo netto necessario per risarcire i depositanti protetti della banca in dissesto. L'autorizzazione degli aiuti è concessa per un periodo di dodici mesi a partire da oggi.

La comunicazione sul settore bancario delinea una serie di condizioni in cui gli Stati membri hanno la possibilità di istituire regimi per sostenere l'uscita ordinata delle piccole banche in dissesto, in relazione alle condizioni di ogni mercato. La Commissione ha già approvato tali regimi per Croazia, Danimarca, Irlanda e Polonia. La versione non riservata della decisione sarà consultabile sotto il numero SA.50640 nel registro degli aiuti di Stato sul sito della DG Concorrenza una volta risolte eventuali questioni di riservatezza.