Rappresentanza In Italia

La Commissione propone di portare a 25 000 euro gli aiuti "de minimis" agli agricoltori

/italy/file/manichetengonounapiantina_itmani_che_tengono_una_piantina

mani_che_tengono_una_piantina
©AP

La Commissione europea propone di aumentare da 15 000 a 25 000 euro nei prossimi tre anni il massimale degli aiuti che gli Stati membri possono elargire alle singole aziende agricole senza notifica preventiva. 

02-03-2018

I cosiddetti aiuti "de minimis" si sono rivelati particolarmente utili in tempi di crisi perché permettono di reagire rapidamente per aiutare gli agricoltori a far fronte alle emergenze, come le carenze di liquidità temporanee.

La Commissione risponde così alla richiesta degli Stati membri di alzare il massimale di questi aiuti di Stato per poter distribuire fondi su una scala più ampia e più velocemente senza notifica preventiva. Per evitare qualsiasi distorsione del mercato è stata introdotta un'ulteriore misura di salvaguardia: i singoli settori agricoli non possono ricevere più del 50% del totale degli aiuti de minimis nazionali.

Al fine di agevolare il monitoraggio della distribuzione e dell'utilizzo degli aiuti, la Commissione propone agli Stati membri di creare e usare un registro centrale. Invita inoltre le autorità pubbliche europee che utilizzano già questo strumento a dare il proprio feedback sulla proposta.

La consultazione pubblica rimarrà aperta fino al 16 aprile. L'adozione della proposta da parte della Commissione è prevista per la prossima estate previa consultazione degli Stati membri.