Rappresentanza In Italia

Il piano Juncker finanzia una nuova terapia contro il tumore al cervello

/italy/file/sanit%C3%A0jpg_itsanità.jpg

Il finanziamento permetterà di introdurre in tutta Europa la terapia NanoTherm, grazie alla quale si iniettano direttamente nel tumore nanoparticelle magnetiche, che poi vengono riscaldate tramite un campo magnetico alternato ad alta velocità.  Attraverso il calore, le cellule tumorali vengono distrutte o sensibilizzate per le altre terapie, come la radioterapia e/o la chemioterapia, rafforzandone l'efficacia.

09-08-2017

Grazie al piano Juncker, i pazienti affetti dalla forma più aggressiva di tumore cerebrale, il glioblastoma, potranno presto accedere a una nuova forma di terapia.  La Banca europea per gli investimenti (BEI) e la MagForce, un'impresa tedesca specializzata in dispositivi medici, hanno infatti firmato un accordo di finanziamento di 35 milioni di euro per sviluppare un nuovo metodo di trattamento dei tumori solidi.  Tale metodo consente di combattere il tumore dall'interno, lasciando integri i tessuti sani circostanti.  La terapia viene già applicata con successo in Germania, e l'accordo di finanziamento oggi firmato permetterà di offrire il nuovo trattamento nel resto d'Europa.  Senza l'intervento del Fondo europeo per gli investimenti strategici l'operazione conclusa con MagForce non sarebbe stata possibile.  Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione europea responsabile per l'occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato:  "La Commissione europea punta a promuovere gli investimenti nella ricerca e nell'innovazione.  Sono lieto che grazie all'accordo odierno il Piano di investimenti per l'Europa contribuisca alla messa a punto di nuove terapie complesse per i pazienti affetti da tumore.  Si tratta di un esempio molto concreto del notevole impatto che può generare il sostegno dell'UE agli investimenti." I progetti e gli accordi ammessi a ottenere un finanziamento nel quadro del Piano Juncker dovrebbero consentire di mobilitare 225 miliardi di EUR di investimenti in 28 Stati membri.