Rappresentanza In Italia

Unione dei mercati dei capitali: più sostegno dall’UE per capitali di rischio e imprese sociali

/italy/file/cartina-europa_it

cartina europa

Grazie alla nuova normativa UE approvata oggi dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione le piccole imprese, le imprese in espansione e le imprese sociali potranno beneficiare di un migliore accesso ai finanziamenti. Le nuove norme rientrano nello sforzo della Commissione volto a stimolare gli investimenti in venture capital (capitale di rischio) nell’UE, un obiettivo fondamentale del suo progetto di un'Unione dei mercati dei capitali (UMC). 

31-05-2017

Nel 2016, nell’ambito del piano di azione per l’Unione dei mercati dei capitali, la Commissione aveva proposto una revisione dei regolamenti relativi ai fondi europei per il venture capital (EuVECA) e ai fondi europei per l'imprenditoria sociale (EuSEF). L’obiettivo di queste riforme, oggi approvate, era migliorare l’accesso ai finanziamenti per le piccole imprese e per le imprese in espansione nonché per le imprese sociali, al fine di  promuovere l’occupazione e la crescita.

 

Le nuove norme si ricollegano al piano di investimenti per l’Europa, che definisce una strategia complessiva per affrontare il problema della carenza di finanziamenti che impedisce all’Europa di dispiegare il proprio potenziale di crescita e occupazione a vantaggio dei cittadini. Il Vicepresidente Valdis Dombrovskis, responsabile per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l'Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: "L’accordo odierno elimina un altro ostacolo agli investimenti in venture capital a livello UE. Le riforme che abbiamo approvato – estendendo  le opportunità d’investimento per i fondi, ampliando  la gamma dei gestori ammissibili e semplificando le formalità amministrative – renderanno più agevole il flusso dei capitali di investitori verso le PMI che ne hanno bisogno."

 

L’accordo odierno consentirà infatti di aprire i fondi EuVECA ed EuSEF ai gestori di fondi di qualsiasi dimensione, e permetterà ad un numero maggiore di imprese di beneficiare degli investimenti EuVECA. Le nuove norme per i fondi EuVECA ed EuSEF offrono agli investitori un migliore accesso alle piccole imprese e alle imprese in espansione nonché alle imprese sociali. L’accordo mira inoltre ad abbattere i costi per la commercializzazione transfrontaliera dei fondi EuVECA ed EuSEF ed a  snellire le procedure di registrazione. Il testo concordato seguirà ora la procedura legislativa ordinaria prima dell'approvazione finale da parte del Parlamento europeo e del Consiglio dell’UE. Un comunicato stampa integrale è disponibile qui.