Rappresentanza In Italia

Da oggi obbligo di verifiche sistematiche dei cittadini dell’UE alle frontiere esterne Schengen

/italy/file/schengensitojpg_it

cartello schengen

Da oggi gli Stati membri sono tenuti ad effettuare verifiche sistematiche nelle banche dati pertinenti per i cittadini dell'UE che attraversano le frontiere esterne dell'Unione, oltre alle verifiche sistematiche fatte finora per tutti i cittadini di paesi terzi che entrano nello spazio Schengen.

07-04-2017

Proposte dalla Commissione come risposta diretta agli attentati di Parigi nel novembre 2015 e alla crescente minaccia dei combattenti terroristi stranieri e approvate dal Consiglio il 7 marzo, le nuove disposizioni rafforzano la gestione delle nostre frontiere esterne. La revisione del codice frontiere Schengen garantisce un buon equilibrio tra le attuali sfide in materia di sicurezza e la necessità di evitare effetti sproporzionati sui flussi di traffico alle frontiere. Insieme all’introduzione, già in corso, della guardia di frontiera e costiera europea, il rafforzamento del codice frontiere Schengen rispecchia l’impegno comune dell’UE a tutelare la libertà di circolazione all’interno dello spazio Schengen e a garantire la sicurezza dei cittadini dell’UE.