Rappresentanza In Italia

Dichiarazione del Presidente Juncker sulla situazione in Siria

/italy/file/junckerebsjpg_itJuncker_EBS.jpg

Ritratto Juncker

Il 4 aprile un orribile attacco con armi chimiche contro civili ha colpito Khan Shaykhun. La scorsa notte gli Stati Uniti hanno risposto con dei raid aerei sull'aeroporto di Shayrat. Gli USA hanno informato l'UE che si è trattato di raid circoscritti volti a dissuadere da altre atrocità con armi chimiche.

07-04-2017

Il Presidente Juncker ha espresso in maniera inequivocabile la sua condanna all'uso di armi chimiche. Bisogna trovare una soluzione all'impiego ripetuto di queste armi. Comprende gli sforzi per scoraggiare ulteriori attacchi. C'è una differenza sostanziale tra i raid aerei su obiettivi militari e l'uso di armi chimiche contro i civili.

Gli sforzi mirati ad arrestare la spirale di violenza in Siria e a lavorare per una pace duratura devono essere raddoppiati. Solo con una transizione politica si può raggiungere tale obiettivo. Il Presidente Juncker e tutta Commissione europea sono pronti a fornire il loro pieno contributo.

La dichiarazione è disponibile online