Rappresentanza In Italia

Corpo europeo di solidarietà: alla vigilia del vertice di Roma, la prima volontaria arriva sul campo

L'Europa, che sabato a Roma celebrerà i 60 anni dei suoi trattati istitutivi, è impegnata più che mai a costruire il suo futuro comune e quello dei suoi giovani. È in questo contesto che la prima giovane volontaria del Corpo europeo di solidarietà dell'UE, Manon, una ventiduenne francese, è arrivata questa settimana a Budapest. Altri partecipanti partiranno a breve. 

23-03-2017

Nel quadro dell'iniziativa Volontari Interreg, uno dei programmi che partecipano al Corpo europeo di solidarietà, Manon si occuperà di far conoscere al grande pubblico i risultati del programma di cooperazione Danubio, al fine di favorire la cooperazione transfrontaliera in Europa. Oltre ai progetti comuni di ricerca, di tutela del patrimonio culturale e d'integrazione sociale, la giovane volontaria promuoverà i valori europei dello scambio, della solidarietà e dell'unità.

Tibor Navracsics, Commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, ha dichiarato: "Sono molto felice di vedere la prima volontaria del Corpo europeo di solidarietà iniziare il suo progetto. Molti giovani europei sono pronti a dare il loro contributo. Invito le organizzazioni a offrire loro le opportunità per farlo."

La Commissaria per la Politica regionale, Corina Creţu, ha aggiunto: "Promuovendo i valori fondanti della nostra Unione, il Corpo europeo di solidarietà forgia l'identità europea del futuro. Sono fiera che la politica di coesione possa contribuire alla sua riuscita."

Dalla sua istituzione, nel dicembre dello scorso anno, oltre 25 000 giovani europei si sono iscritti al Corpo europeo di solidarietà. Dopo l'apertura della banca dati alle organizzazioni, due settimane fa, oltre 2 200 partecipanti sono stati contattati da 36 organizzazioni e 19 hanno già ricevuto un'offerta concreta.