Rappresentanza In Italia

Ricerca sanitaria: la Commissione assegna un milione di euro a un test innovativo che permette di distinguere le infezioni batteriche da quelle virali

/italy/file/batteri_itBatteri

Batteri al microscopio

I premi di oggi assegnati a eccellenti progetti di ricerca sanitaria fanno parte degli sforzi della Commissione per promuovere un uso migliore degli antibiotici e lottare contro il problema sempre più sentito della resistenza antimicrobica.

07-02-2017

Oggi, in occasione di una cerimonia di premiazione tenutasi presso l'università di Lovanio, in Belgio, Carlos Moedas, Commissario per la Ricerca, la scienza e l'innovazione, ha consegnato il premio Horizon per un uso migliore degli antibiotici, dotato di un milione di euro, e Vytenis Andriukaitis, Commissario per la Salute e la sicurezza alimentare ha consegnato il premio dell'UE per la salute destinato alle ONG, “Combattere la resistenza antimicrobica”.

Il premio Horizon, dotato di un milione di euro, è stato assegnato a un test di digitopuntura in grado di diagnosticare in meno di dieci minuti un'infezione batterica e accertare se un paziente possa essere curato in tutta sicurezza senza antibiotici. Questo test di facile utilizzo dovrebbe essere disponibile per i pazienti entro il 2018. È stato sviluppato da Minicare HNL, grazie a uno sforzo di ricerca combinato di P&M Venge AB (Svezia) e PHILIPS Electronics (Paesi Bassi).

Il commissario Moedas ha dichiarato: “L'uso eccessivo e l'abuso di antibiotici costituisce una grave minaccia per la salute pubblica. Facciamo sì che i pazienti possano usufruire di questo dispositivo il più rapidamente possibile, in modo che gli antibiotici siano usati solo per infezioni batteriche e non per le infezioni virali, per le quali sono inefficaci o non necessari. Si tratta di un contributo per lottare contro l'aumento della resistenza agli antimicrobici.!

Il premio dell'UE per la salute destinato alle ONG “Combattere la resistenza antimicrobica” premia le iniziative delle ONG per ridurre la minaccia della resistenza antimicrobica (AMR) per la salute umana. Il primo premio, dotato di 20 000 euro, è stato assegnato al BEUC, l'organizzazione europea dei consumatori, per la campagna “From farm to you”, che ha aumentato la consapevolezza delle cause della resistenza antimicrobica, come l'uso eccessivo di antibiotici per il bestiame e l'uso improprio o eccessivo di antibiotici nella medicina umana.

Vytenis Andriukaitis, Commissario per la Salute e la sicurezza alimentare ha dischiarato: “Dobbiamo dare maggior risalto alle iniziative che aumentano la consapevolezza della crescente minaccia della resistenza antimicrobica. In quanto Commissario alla salute ed ex medico, la mia priorità assoluta è allontanare questa minaccia prima che si trasformi in un incubo per la salute pubblica. Conto sull'aiuto e sull'impegno continui di organizzazioni come il BEUC.” 

Finalisti

Per il premio per un uso migliore degli antibiotici vi erano altri due finalisti in stretta concorrenza, con tecnologie innovative incentrate sul paziente. Essi erano:

PulmoCheck, per lo sviluppo di un dispositivo che reagisce entro 2-6 minuti ai fluidi corporei generati da un'infezione batterica

- ImmunoPoc, un test di digitopuntura in grado di distinguere in 15 minuti un'infezione batterica da un'infezione virale.

Per il premio dell'UE per la salute, il secondo premio di 15 000 euro è stato assegnato ad Alliance to Save our Antibiotics, Compassion in World Farming e a Soil Association, mentre il terzo premio di 10 000 euro è stato assegnato a World Alliance Against Antibiotic Resistance per la loro campagna "Acting to Preserve Antibiotics".

Contesto 

La resistenza antimicrobica è una minaccia globale in crescita nonché un ingente onere sociale ed economico. L'inazione potrebbe causare milioni di decessi in tutto il mondo entro il 2050 e una perdita complessiva di oltre 90 milioni di miliardi di euro per l'economia mondiale. Nell'UE la resistenza antimicrobica è diventata quindi una priorità strategica.

Nell'UE è la causa di 25 000 decessi e oltre 1,5 miliardi di euro in costi sanitari e perdita di produttività. La Commissione europea si è impegnata a combattere la resistenza agli antimicrobici fin dal 1999 con l'approccio “One health” che riconosce che la salute delle persone, degli animali e dell'ambiente sono indissolubilmente legate. È in corso di elaborazione un nuovo piano d'azione per lottare contro la resistenza agli antimicrobici basato sulla valutazione del piano d'azione 2011. Esso sarà incentrato su attività a chiaro valore aggiunto per l'UE e su risultati misurati e concreti. Questa consultazione pubblica di ampia portata dovrebbe contribuire all'obiettivo comune di preservare l'efficacia degli antimicrobici, rafforzare il controllo delle infezioni e promuovere nuovi trattamenti innovativi. 

Il 27 gennaio 2017 la Commissione ha varato una consultazione pubblica sulle possibili attività da includere nel nuovo piano d'azione “One health” contro la resistenza da antimicrobici, che sarà adottato nell'estate 2017. La consultazione, aperta fino al 28 aprile 2017, comprende un questionario destinato alle pubbliche amministrazioni e uno per i cittadini. 

I premi Horizon sono premi di incentivo che offrono una ricompensa a chi riesce a risolvere nel modo più efficace un determinato problema. I premi Horizon non prescrivono la metodologia né i dettagli tecnici, bensì lasciano ai partecipanti una libertà totale libertà di presentare le soluzioni più promettenti ed efficaci. L'obiettivo è incentivare l'innovazione e trovare soluzioni ai problemi che affliggono i cittadini europei.

Per maggiori informazioni 

Scheda informativa: Come il finanziamento della ricerca da parte dell'UE contribuisce alla salute pubblica e lotta contro la resistenza antimicrobica