Rappresentanza In Italia

Accordo sull’uso delle frequenze radio di alta qualità per i servizi mobili

/italy/file/telefonositojpg_ittelefonosito.jpg

telefono collegato con servizi città

Ieri sera i negoziatori del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione hanno raggiunto un accordo politico su un approccio a livello di UE per l’uso della banda a frequenza ultraelevata di 700 MHz per i servizi mobili, una pietra miliare e il primo accordo nel quadro della strategia per il mercato unico digitale

15-12-2016

La banda dei 700 MHz sarà resa disponibile per la banda larga senza fili, agevolando così l’introduzione del 5G dal 2020.

L’accordo migliorerà l’accesso a Internet per tutti gli Europei, compresi quelli che vivono in zone rurali, e contribuirà allo sviluppo di applicazioni transfrontaliere innovative, garantendo nel contempo le frequenze per un settore audiovisivo vivace. L'accordo di ieri sera si basa su una proposta presentata dalla Commissione nel febbraio 2016. Il Parlamento europeo e il Consiglio dovrebbero approvare formalmente l’accordo nelle prossime settimane.

Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale, ha dichiarato: "Il miglioramento del coordinamento dello spettro è indispensabile per offrire Internet di migliore qualità a tutti i cittadini europei e spiana la strada al 5G, la prossima generazione di reti di comunicazione, e all’Internet degli oggetti. Abbiamo compiuto un primo passo importante e continueremo a lavorare per un uso più efficiente dello spettro, che è uno degli obiettivi principali del nostro nuovo Codice delle comunicazioni elettroniche e del piano d’azione per il 5G presentato all’inizio di quest’anno."(Si veda anche il recente post sul blog dal titolo "Connettività, spettro radio e il mercato unico digitale: prepararsi al futuro).

Günther H. Oettinger, Commissario responsabile per l’Economia e la società digitali, ha dichiarato: "Una strategia coordinata per l’intera banda a frequenza ultraelevata ribadisce la nostra visione europea e garantisce agli Europei l'accesso a servizi innovativi e contenuti creativi sia mentre si spostano, dai loro tablet e smartphone, che da casa, tramite i televisori intelligenti."

A seguito della votazione di lunedì dei rappresentanti degli Stati membri (si veda la dichiarazione comune), questa mattina la Commissione ha formalmente adottato una "politica di utilizzo corretto", accompagnata da un meccanismo di sostenibilità per l’abolizione delle tariffe di roaming per i viaggiatori dal 15 giugno 2017. L'atto di esecuzione è consultabile qui. Ulteriori informazioni saranno disponibili qui.

Un comunicato stampa sulla proposta della Commissione è stato pubblicato la settimana scorsa insieme a una dichiarazione del Vicepresidente Ansip. Un comunicato stampa sull’accordo sullo spettro di ieri sera è disponibile qui.