Rappresentanza In Italia

La Commissione è determinata a eliminare le tariffe di roaming

Smartphone

A seguito di intensi contatti con il Parlamento europeo, gli Stati membri, le parti interessate, i rappresentanti dei consumatori, le autorità di regolamentazione e gli operatori, ieri il collegio dei Commissari ha discusso nuove norme che rafforzano l’approccio adottato a settembre per eliminare le tariffe di roaming nell’UE a partire dal 15 giugno 2017. L’ultima versione della proposta chiarisce ulteriormente i diritti dei consumatori ed introduce misure di salvaguardia per garantire che le offerte nazionali più competitive restino interessanti.

08-12-2016

Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale, ha dichiarato: "Offriremo una soluzione equilibrata nell’interesse di tutti coloro che utilizzano telefoni cellulari e dispositivi mobili. Ogni cittadino europeo potrà usare il roaming senza dover pagare maggiorazioni. Ciascun cittadino europeo dovrebbe anche poter beneficiare delle offerte più competitive sul mercato nazionale. In stretta collaborazione con i consumatori europei, abbiamo previsto misure di salvaguardia per garantire che i viaggiatori possano usare i servizi in roaming come se fossero a casa propria, evitando nel contempo effetti negativi sui pacchetti di traffico dati più competitivi offerti sui mercati nazionali. Spetta ora agli Stati membri dell’UE sostenere la nostra proposta al fine di semplificare la vita ai cittadini europei, di ridurre le bollette e di mantenere bassi i prezzi."

Dopo la discussione di ieri in sede di collegio, il progetto legislativo (sotto forma di atto di esecuzione) è stato inviato ai rappresentanti degli Stati membri, che si riuniranno lunedì 12 dicembre per votarlo. Successivamente la Commissione potrà adottare le norme.

Per saperne di più

Comunicato stampa