Rappresentanza In Italia

Energia: nuovo accordo per garantire la conformità degli accordi intergovernativi al diritto dell’UE

/italy/file/trivelle_itTrivelle

Trivelle

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo in merito alla valutazione preventiva da parte della Commissione degli accordi intergovernativi nel settore del gas e del petrolio. La proposta di revisione della decisione sugli accordi intergovernativi costituisce una parte importante del pacchetto in materia di energia sostenibile e sicurezza energetica proposto dalla Commissione nel febbraio 2016, che mira ad aumentare la trasparenza sul mercato del gas, a garantire che gli accordi intergovernativi siano in linea con il diritto dell’UE e ad accrescere la resilienza dell’UE in caso di interruzione delle forniture di gas.

08-12-2016

Il raggiungimento di un accordo, a tempo di record dalla presentazione della proposta della Commissione, costituisce un importante risultato politico. La sicurezza energetica è una delle pietre angolari della strategia per l’Unione dell’energia e una priorità politica della Commissione Juncker.

Maroš Šefčovič, Vicepresidente della Commissione europea responsabile per l’Unione dell’energia, ha dichiarato: "Uno degli obiettivi principali dell'Unione dell'energia consiste nell'aumentare la sicurezza energetica, la solidarietà e la fiducia. La pratica ha dimostrato che è molto difficile rinegoziare gli accordi intergovernativi dopo che sono stati conclusi e ciò va a scapito dello Stato membro interessato e dell’Unione europea. L’accordo di oggi garantisce che la conformità degli accordi internazionali al diritto dell’UE sarà valutata dagli Stati membri preventivamente e non successivamente alla firma degli stessi. Si tratta di un grande risultato politico e legislativo."

Miguel Arias Cañete, Commissario per l’Azione per il clima e l’energia, ha dichiarato: "L’accordo di oggi, a soli nove mesi dall'adozione della proposta della Commissione, è un risultato importante per la sicurezza energetica dell’UE. Questo primo esito significativo della strategia dell’Unione dell’energia, ottenuto in tempi record, dimostra l’impegno della Commissione a garantire il rispetto del diritto dell’UE e la trasparenza negli accordi energetici tra l’UE e i paesi terzi. Le nuove regole, concordate dai negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio, consentiranno alla Commissione di garantire che nessun accordo energetico metta in pericolo la sicurezza degli approvvigionamenti in un paese dell’UE o ostacoli il funzionamento del mercato dell’energia dell’UE."

Testo integrale del comunicato stampa.