Rappresentanza In Italia

La Commissione riferisce sui progressi compiuti nel quadro dell’agenda europea sulla migrazione

/italy/file/avramopoulossitojpg_itavramopoulos_sito.jpg

Avramopoulos seduto con scrivania davanti e cavaliere con nome

La Commissione riferisce oggi sui progressi compiuti nell'attuazione dei programmi di reinsediamento e ricollocazione dell'UE e della dichiarazione UE-Turchia. Delinea inoltre le azioni che la Grecia deve intraprendere in vista di una futura ripresa dei trasferimenti da altri Stati membri secondo il sistema di Dublino e riferisce sui controlli di frontiera temporanei effettuati alla frontiere interne di Schengen secondo la raccomandazione del Consiglio del 12 maggio 2016.

28-09-2016

Il Primo Vicepresidente della Commissione Frans Timmermans ha dichiarato: "L’attuazione della dichiarazione UE-Turchia prosegue e la riduzione dei tentativi di attraversare il Mar Egeo e dei decessi in mare ha confermato la validità del suo principio cardine. Apprezzo gli sforzi degli Stati membri per aumentare la ricollocazione e il reinsediamento, tuttavia, chi può fare di più, deve farlo con urgenza. Possiamo gestire efficacemente asilo e migrazione in Europa e preservare lo spazio Schengen, solo se lavoriamo tutti insieme in uno spirito di solidarietà e responsabilità."

Il Commissario per la Migrazione, gli affari interni e la cittadinanza, Dimitris Avramopoulos, ha dichiarato: “Tutti i nostri provvedimenti in materia di migrazione sono interconnessi. La dichiarazione UE-Turchia ha portato a risultati positivi concreti. L’intensificarsi degli sforzi compiuti dagli Stati membri negli ultimi mesi per la ricollocazione, con oltre 1 200 ricollocazioni solo in settembre, dimostra che è possibile accelerare se ci sono la volontà politica e senso di responsabilità. Il successo del nostro approccio comune negli ultimi mesi è essenziale per il successo di tutto il resto, compreso un graduale ritorno al sistema di Dublino e il normale funzionamento di Schengen. La ricollocazione deve funzionare."

 

Per saperne di più

Sono disponibili un comunicato stampa su tutte le relazioni adottate oggi e domande e risposte sull'attuazione della dichiarazione UE-Turchia e sull’approccio dell'UE in merito ai controlli temporanei alle frontiere interne.

Sono anche disponibili maggiori informazioni sulla guardia costiera e di frontiera europea, che sarà inaugurata il 6 ottobre, e schede informative aggiornate in materia di ricollocazione e reinsediamento, sostegno finanziario dell’UE alla Grecia, le regole di Schengen, lo strumento per i rifugiati in Turchia e l’attuazione della dichiarazione UE-Turchia.