Rappresentanza In Italia

Stato dell'Unione 2016: iniziative strategiche

discorso Juncker

Ieri, 14 settembre 2016, il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha pronunciato il discorso sullo stato dell'Unione 2016 al Parlamento europeo.

15-09-2016

Stato dell'Unione 2016: potenziare gli investimenti per la crescita e l'occupazione

In occasione del discorso sullo stato dell'Unione 2016 del Presidente Juncker, la Commissione ha presentato come intende stimolare ulteriormente gli investimenti a sostegno della crescita sostenibile e dell'occupazione, sia in Europa che nel mondo. La Commissione propone, da un lato, di estendere il Fondo europeo per gli investimenti strategici, il fulcro del Piano di investimenti per l'Europa, per aumentarne la capacità, dopo i successi già registrati, e consolidarne i punti di forza, dall'altro, di adottare un nuovo piano europeo per gli investimenti esterni per incoraggiare gli investimenti in Africa e nel vicinato dell'UE al fine di rafforzare i partenariati e contribuire a conseguire gli obiettivi dello sviluppo sostenibile.

 

Materiale per la stampa:

 

Stato dell'Unione 2016: completare l'Unione dei mercati dei capitali - la Commissione accelera le riforme

In occasione del discorso del Presidente Juncker sullo stato dell'Unione 2016, la Commissione europea ha presentato le prossime misure per accelerare il completamento dell'Unione dei mercati dei capitali (UMC), il suo progetto faro per stimolare la crescita e l'occupazione in Europa. L'UMC è un elemento cardine del piano di investimenti per l'Europa. Essa mira a diversificare le fonti di finanziamento delle imprese, per favorirne la crescita, e a rendere più stabile il sistema finanziario europeo. Consentirà ai capitali di circolare più liberamente nel mercato unico, così che possano essere utilizzati per sostenere le imprese e offrire ai cittadini europei maggiori opportunità di investimento. La comunicazione odierna definisce le misure necessarie per far sì che l’Unione dei mercati dei capitali abbia il più rapidamente possibile un impatto tangibile sul terreno. La Commissione, che invita il Parlamento europeo e il Consiglio a finalizzare rapidamente la prima serie di proposte, accelererà la presentazione della prossima serie di misure. Il piano di azione sull’Unione dei mercati dei capitali avviato un anno fa individua una serie di azioni per gettare le basi dell’Unione dei mercati dei capitali entro il 2019. Un briefing tecnico per i giornalisti accreditati si terrà giovedì 15 settembre alle 13.00 a Bruxelles (sala stampa dell'edificio Berlaymont).

 

Materiale per la stampa:

 

Stato dell'Unione 2016: la Commissione punta a rafforzare le frontiere esterne

In occasione del discorso del 2016 sullo stato dell’Unione pronunciato dal Presidente Juncker, oggi la Commissione ha definito il modo in cui l'Unione europea può aumentare la sicurezza in Europa migliorando lo scambio di informazioni nell'ambito della lotta al terrorismo e rafforzando le frontiere esterne. Le misure proposte comprendono l'accelerazione dell'entrata in funzione della guardia costiera e di frontiera europea, la rapida adozione e attuazione di un sistema di ingressi/uscite dell'UE e la prossima presentazione di proposte volte a creare un sistema europeo di informazioni e di autorizzazione per i viaggi. La comunicazione propone inoltre, nell'ambito dell'impegno profuso dalla Commissione per aprire la strada ad un'efficace e autentica Unione della sicurezza, di adottare ulteriori provvedimenti per migliorare la sicurezza dei documenti di viaggio in modo da impedire le frodi e di potenziare il Centro europeo antiterrorismo di Europol.

 

Materiale per la stampa:

 

Stato dell'Unione 2016: telecomunicazioni e regole sul diritto d'autore al passo con l'era digitale

In occasione del discorso del 2016 sullo stato dell’Unione pronunciato dal Presidente Juncker, la Commissione compie progressi importanti verso il mercato unico digitale con due grandi pacchetti di proposte. Da un lato, la Commissione propone un’ambiziosa riforma delle norme UE in materia di telecomunicazioni, introducendo nuove iniziative per soddisfare il crescente fabbisogno di connettività dei cittadini europei e rafforzare la competitività dell’Europa. Queste proposte intendono promuovere gli investimenti nelle reti ad altissima capacità e accelerare l’accesso pubblico dei cittadini europei al wi-fi. Contemporaneamente la Commissione ha presentato alcune proposte per la modernizzazione del diritto d’autore al fine di aumentare la diversità culturale in Europa e i contenuti disponibili online, oltre a introdurre norme più chiare per tutti gli utenti online. Le proposte conterranno inoltre conterranno strumenti per l’innovazione dell’istruzione, della ricerca e delle istituzioni che gestiscono il patrimonio culturale.

 

Materiale per la stampa:

 

Stato dell’Unione 2016: la Commissione presenta i risultati della strategia "Legiferare meglio"

In occasione del discorso del presidente Juncker sullo stato dell’Unione nel 2016, oggi la Commissione ha illustrato i progressi compiuti e le misure da realizzare per garantire che una migliore regolamentazione permetta di offrire vantaggi tangibili ai cittadini europei e di risolvere i problemi comuni che l’Europa è chiamata ad affrontare. L'elaborazione di norme moderne e proporzionate adatte allo scopo è una responsabilità condivisa, indispensabile per garantire il rispetto dello Stato di diritto e dei nostri valori comuni, ma anche per assicurare l’efficienza delle amministrazioni pubbliche e delle imprese. La strategia "Legiferare meglio" poggia su una valutazione critica dell'opportunità di agire a livello nazionale o di Unione, nonché su un impegno più attivo e costruttivo con tutte le parti interessate.

Materiale per la stampa:

Stato dell'Unione 2016: il riesame del bilancio UE lo concentra ancora di più sulle priorità e garantisce maggiore flessibilità e meno burocrazia

 

In occasione del discorso del Presidente Juncker sullo stato dell’Unione 2016, la Commissione ha presentato oggi il suo riesame intermedio del bilancio pluriennale (2014-2020) dell'UE. Senza toccare i massimali di spesa concordati con il Parlamento europeo e il Consiglio, il pacchetto proposto metterà a disposizione fondi aggiuntivi per 6,3 miliardi di EUR fino al 2020, che saranno destinati a promuovere la creazione di posti di lavoro, gli investimenti e la crescita economica e ad affrontare la migrazione e le sue cause profonde. Contiene inoltre proposte per rendere il bilancio dell’UE meglio attrezzato e più rapido nella reazione a circostanze impreviste, e allo stesso tempo semplifica le norme finanziarie e le incentra sui risultati.

Materiale per la stampa: