Rappresentanza In Italia

Ritardi di pagamento: i tempi si riducono, ma resta lavoro da fare

Oggi la Commissione europea ha adottato una relazione sull'attuazione della direttiva sui ritardi di pagamento, che prevede misure rigorose per tutelare le imprese europee contro i ritardi di pagamento nelle operazioni con le autorità pubbliche e tra imprese.

26-08-2016

La relazione evidenzia che, grazie alla direttiva, il periodo di pagamento medio nelle operazioni tra imprese nell'UE è diminuito di oltre 10 giorni dal 2013. Le autorità nazionali hanno riconosciuto l'importanza di combattere i ritardi di pagamento e, ove opportuno, hanno adottato misure supplementari per garantire il rispetto della direttiva.

Elżbieta Bieńkowska, Commissaria responsabile per il Mercato interno, l'industria, l'imprenditoria e le PMI, ha dichiarato: "Stiamo seguendo da vicino l'attuazione della direttiva sui ritardi di pagamento e abbiamo notato una costante diminuzione dei periodi di pagamento medi nell'UE. Nonostante ciò, i ritardi di pagamento danneggiano ancora molte imprese, soprattutto PMI, e finiscono col compromettere la competitività dell'UE. Le autorità pubbliche hanno difficoltà a pagare entro il termine di legge di 30 giorni e resta lavoro da fare affinché la cultura del pagamento rapido diventi realtà. Invitiamo tutti gli Stati membri ad aumentare gli sforzi per combattere i ritardi di pagamento."

La relazione indica azioni ulteriori da compiere, in particolare un controllo più serrato e coerente dell'evoluzione dei periodi di pagamento medi, con una metodologia comune.

Per saperne di più

Sito della DG GROW