Rappresentanza In Italia

Giornata europea di commemorazione delle vittime di tutti i regimi totalitari e autoritari

/italy/file/2016071522minutisjpg_it20160715_22minuti_s.jpg

Dichiarazione del primo Vicepresidente Frans Timmermans, della Commissaria Vera Jourová e del Commissario Tibor Navracsics

22-08-2016

Il 23 agosto 1939 la Germania nazista firmava con l’Unione Sovietica il patto Molotov-Ribbentrop, segnando l’inizio di uno dei periodi più bui della storia recente del nostro continente, che ha portato alla deportazione, alla tortura e all’assassinio di decine di milioni di persone sotto regimi totalitari. La fine della seconda guerra mondiale ha segnato la sconfitta del regime nazista, ma per molti cittadini dell’Europa centrale e orientale la sofferenza è continuata sotto altri regimi totalitari. 

Oggi, 77° anniversario della firma del patto, commemoriamo le vittime di tutti i regimi totalitari e autoritari che nel corso del 20° secolo hanno oppresso nel terrore una parte dell’Europa. La Giornata europea di commemorazione delle vittime dei regimi totalitari e autoritari rende omaggio alle vittime e ne mantiene vivo il ricordo. La commemorazione ci offre l’occasione di ricordare gli insegnamenti tratti da questo capitolo buio della storia europea.

Fortunatamente, le giovani generazioni di europei non hanno mai dovuto sperimentare in prima persona cosa vuol dire vivere sotto regimi totalitari o autoritari. Non dobbiamo, però, dare per scontate le nostre libertà. Per tale motivo, è quanto mai importante preservare la memoria storica e perseverare nel nostro impegno per la democrazia, i diritti fondamentali e lo Stato di diritto.

La memoria della storia europea deve nutrire il nostro impegno per la difesa dei valori e dei principi comuni.

Contesto

La Giornata europea di commemorazione delle vittime di tutti i regimi totalitari e autoritari viene celebrata dal 2009.

Il 23 agosto 2016, in occasione della Giornata di commemorazione di quest’anno, Tibor Navracsics, commissario responsabile per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, parteciperà al programma commemorativo e alla conferenza ministeriale organizzati a Bratislava dalla presidenza slovacca del Consiglio dell’Unione europea.