Rappresentanza In Italia

Festival del cinema di Venezia: in concorso 4 film finanziati dall'UE

/italy/file/cinema1png_itcinema1.png

Logo Creative Europe

Quattro film sostenuti dal programma MEDIA di Europa creativa sono in gara alla 73a edizione della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia che si apre oggi.

31-08-2016

L'UE ha investito circa 160 000 euro per sostenere la realizzazione e la distribuzione dei film Une Vie di Stéphane Brizé, Frantz di François Ozon, Les Beaux Jours d'Aranjuez di Wim Wenders, in gara nella sezione Venezia 73, e King of the Belgians di Jessica Woodworth e Peter Brosens in gara nella sezione Orizzonti. Altri film finanziati dall'UE sono proiettati fuori gara (ulteriori informazioni).

Domenica 4 settembre Günther H. Oettinger, Commissario responsabile per l'Economia e la società digitali, sarà alla Mostra e incontrerà i rappresentanti del settore cinematografico per discutere le azioni dell'UE finalizzate a promuovere la circolazione dei film europei e le proposte, nel quadro della strategia del Mercato unico digitale, che interessano il settore audiovisivo, come le prossime proposte della Commissione per ammodernare le regole dell'UE sul diritto d'autore e l'aggiornamento delle regole dell'UE sugli audiovisivi proposte a maggio.

Prima dell'evento, il Commissario ha dichiarato: "Tutte le nostre iniziative vanno nella stessa direzione: sostenere la creatività nell'era digitale. Vogliamo aiutare chi investe, non solo denaro, ma anche energia e passione, per dare contenuti di elevata qualità agli Europei. Vogliamo anche che i film e i programmi audiovisivi europei circolino di più nell'UE a beneficio di tutti."

Il Commissario Oettinger terrà anche un discorso al Forum del cinema europeo, una piattaforma di dialogo tra responsabili politici e professionisti del cinema, in cui parlerà di come i cinema possono sfruttare appieno i benefici delle tecnologie digitali. I partecipanti al Forum del cinema europeo parleranno anche di accesso ai finanziamenti, concentrandosi in particolare sullo strumento di garanzia per i settori culturali e creativi attivato da poco.