L'attuazione dell'accordo di recesso richiede un intervento a livello sia dell'UE che degli Stati membri.

La solidità di un accordo si misura sull'efficacia della fase esecutiva. L'attuazione dell'accordo di recesso comporta l'adozione di atti giuridici da parte dell'Unione europea, degli Stati membri e del Regno Unito, nonché di politiche e misure legate al recesso del Regno Unito. Entrambe le parti saranno inoltre chiamate a monitorare l'attuazione dell'accordo e a garantirne il rispetto.

Alcuni ambiti richiederanno un lavoro particolarmente intenso a partire dal 1° gennaio 2021, vale a dire:

  • la prosecuzione dei lavori del comitato misto incaricato di sorvegliare l'applicazione dell'accordo di recesso. Il comitato, co-presieduto dall'UE e dal Regno Unito, è composto da rappresentanti di entrambe le parti

  • la messa in atto delle disposizioni sui diritti dei cittadini, che a loro volta necessitano di un attento monitoraggio da parte della Commissione europea

  • il regolamento delle pendenze finanziarie, che assicura il rispetto da parte del Regno Unito e dell'UE degli obblighi finanziari assunti quando il Regno Unito era uno Stato membro dell'Unione.