L'accordo di cooperazione sugli usi sicuri e pacifici dell'energia nucleare è stato negoziato durante il periodo di transizione, così come l'accordo sugli scambi e la cooperazione e l'accordo sulla sicurezza delle informazioni. È entrato in vigore in via provvisoria il 1º gennaio 2021.

Prevede un'ampia collaborazione in materia di sicurezza nucleare e uso pacifico dell'energia nucleare, basata sulla garanzia che sia l'Euratom che il Regno Unito rispetteranno gli obblighi internazionali di non proliferazione e manterranno standard elevati di sicurezza nucleare.

L'accordo autorizza:

  • la fornitura e il trasferimento di materiale nucleare, materiale non nucleare, tecnologie e attrezzature
  • gli scambi e la cooperazione commerciale in relazione al ciclo del combustibile nucleare
  • la collaborazione nella gestione sicura del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi
  • la sicurezza nucleare e la radioprotezione
  • l'uso di radioisotopi e radiazioni nell'agricoltura, nell'industria e nella medicina
  • l'esplorazione geologica e geofisica
  • lo sviluppo, la produzione, la trasformazione e l'uso delle risorse di uranio.

L'accordo consente inoltre di proseguire la collaborazione tra l'UE e il Regno Unito nell'ambito del sistema comunitario per uno scambio rapido di informazioni in caso di emergenza radiologica (ECURIE) e della piattaforma dell'Unione europea per lo scambio di dati radiologici (EURDEP). In questo modo, in caso di incidenti nucleari, sia l'UE che il Regno Unito avranno accesso a segnalazioni tempestive e informazioni radiologiche affidabili e potranno rispondere rapidamente e in maniera coordinata alle emergenze radiologiche grazie alla condivisione dei dati in tempo reale.

Infine, l'accordo di cooperazione sugli usi sicuri e pacifici dell'energia nucleare tra l'UE e il Regno Unito afferma il chiaro impegno di entrambe le parti a non ridurre gli attuali standard di sicurezza nucleare e l'impegno comune a collaborare a livello internazionale per garantire l'attuazione delle norme internazionali sulla sicurezza nucleare e promuoverne il miglioramento.