Evoluzione demografica

  • Demografia
    a
    Nel 2018, la speranza di vita alla nascita è salita a 78,2 anni per gli uomini e a 83,7 anni per le donne. Si prevede che questa tendenza continuerà: gli uomini nati nel 2070 dovrebbero vivere fino a 86 anni e le donne fino a 90 anni.
  • Demografia
    a
    In tutta l'UE la composizione delle famiglie sta cambiando: accanto alle famiglie composte da due genitori con figli troviamo quelle composte da persone che vivono da sole, da genitori soli o da coppie senza figli.
  • Demografia
    a
    Nel 2018, il numero medio di figli per donna era di 1,55 e l'età media al momento del parto era di 31,3 anni.
  • Demografia
    a
    Alcuni di noi scelgono di non vivere sempre nello stesso posto o di trasferirsi all'estero, ma l'entità di questi flussi è instabile e può cambiare rapidamente.
  • Demografia
    a
    Entro il 2070 il 30,3% della popolazione dovrebbe avere almeno 65 anni (rispetto al 20,3% nel 2019) e il 13,2% dovrebbe avere almeno 80 anni (rispetto al 5,8% nel 2019)
  • Demografia
    a
    La quota della popolazione europea sta calando rispetto a quella mondiale e nel 2070 rappresenterà poco meno del 4%.

 

Impatti dei cambiamenti demografici

1

La popolazione in età lavorativa sta diminuendo in Europa. Dobbiamo trovare il modo di sostenere la crescita economica aumentando l'occupazione e la produttività.

2

Per affrontare il problema dell'invecchiamento della società europea, i nostri sistemi sanitari e di assistenza dovranno adeguarsi ulteriormente. Occorrerà inoltre riflettere su come finanziare una spesa pubblica più elevata legata all'invecchiamento.

3

Le sfide demografiche variano spesso in modo significativo all'interno di uno stesso paese. Il fatto che alcune regioni rischino di subire rapidi cambiamenti demografici comporterà nuove opportunità e sfide, dagli investimenti all'infrastruttura all'accesso ai servizi. Sarà essenziale trovare nuove soluzioni per aiutare le persone ad affrontare i cambiamenti.

4

I cambiamenti demografici possono anche avere un impatto sulla posizione dell'Europa nel mondo. La quota della popolazione e del PIL dell'Europa diminuirà proporzionalmente rispetto al resto del mondo. Per questo motivo è più che mai importante che l'Europa sia unita e più forte e che segua un approccio più strategico.

a

Spesso i cambiamenti demografici e la duplice transizione verde e digitale si influenzano, si sostengono o si accelerano a vicenda. Sarà quindi fondamentale adottare previsioni strategiche per anticipare e preparare le politiche necessarie ad affrontare tali questioni.

 

I risultati della relazione demografica della Commissione indicano che non esiste un approccio universalmente valido. L'elaborazione delle politiche deve tenere conto della realtà sul terreno. L'Unione europea, gli Stati membri e le regioni hanno un interesse comune a rispondere ai cambiamenti demografici a vantaggio di tutti gli europei. I cambiamenti demografici interesseranno tutti e devono contribuire a orientare la ripresa dell'Europa dopo la crisi e a fornire indicazioni su come costruire un'Unione più resiliente, sostenibile ed equa.

Consultare le statistiche demografiche per i singoli paesi dell'UE

Next steps

The next steps are:

  • 2020

    Report on the impact of demographic change

  • Early 2021

    Green Paper on ageing

  • 2021

    Long-term vision for rural areas

Documenti

ScaricaPDF - 3.9 MB
ScaricaPDF - 5.2 MB