Introduzione

Il meccanismo per una transizione giusta è uno strumento chiave per garantire che la transizione verso un'economia climaticamente neutra avvenga in modo equo e non lasci indietro nessuno. Offre un sostegno mirato per contribuire a mobilitare almeno 65-75 miliardi di euro nel periodo 2021-2027 nelle regioni più colpite, al fine di attenuare l'impatto socioeconomico della transizione.

frans timmermans photo
"Dobbiamo dimostrare solidarietà alle regioni più colpite in Europa, tra cui le regioni carbonifere, per garantire che il Green Deal ottenga il pieno sostegno di tutti e possa diventare una realtà."

Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione europea

Finanziamento

Il meccanismo per una transizione giusta affronta le ripercussioni socioeconomiche della transizione, concentrandosi sulle regioni, sulle industrie e sui lavoratori che dovranno far fronte alle sfide più pressanti tramite tre pilastri:

Hands on the globe

Un nuovo Fondo per una transizione giusta

di 17,5 miliardi di euro (a prezzi del 2018; 19,3 miliardi di euro a prezzi correnti), si prevede che mobiliteranno quasi 30 miliardi di euro di investimenti.

money

Il regime per una transizione giusta nell'ambito di InvestEU

fornirà una garanzia di bilancio nell'ambito del programma InvestEU nei quattro ambiti di intervento e un polo di consulenza InvestEU che fungerà da punto di accesso centrale per le richieste di consulenza. Si prevede che mobiliterà 10-15 miliardi di euro in investimenti per lo più del settore privato.

bank icon

Un nuovo strumento di prestito per il settore pubblico

combinerà 1,5 miliardi di euro di sovvenzioni finanziate dal bilancio dell'UE con 10 miliardi di euro di prestiti della Banca europea per gli investimenti, per mobilitare tra 25 e 30 miliardi di euro di investimenti pubblici.

Come possono accedervi i paesi dell'UE?

I piani territoriali per una transizione giusta definiscono i territori in cui sarà utilizzato il Fondo per una transizione giusta. L'individuazione di questi territori avviene attraverso un dialogo con la Commissione. I piani definiscono le sfide presenti in ciascun territorio, nonché le esigenze e gli obiettivi di sviluppo da raggiungere entro il 2030. Individuano i tipi di operazioni previste e specificano i meccanismi di governance. L'approvazione dei piani territoriali apre le porte a finanziamenti specifici nell'ambito degli altri due pilastri del meccanismo per una transizione giusta.

La piattaforma per una transizione giusta aiuta i paesi e le regioni dell'UE a realizzare la transizione giusta. È composta da uno sportello unico e da un helpdesk. Offre un'ampia assistenza a livello tecnico e consultivo. Le autorità competenti e i beneficiari possono accedervi per trovare tutto ciò che devono sapere sui fondi, comprese le opportunità, gli aggiornamenti normativi o le iniziative settoriali specifiche. La piattaforma promuove inoltre attivamente lo scambio delle migliori pratiche tra tutte le parti interessate, anche attraverso incontri periodici fisici e virtuali.

Per eventuali domande sul meccanismo/il Fondo/la piattaforma per una transizione giusta, si prega di compilare l'apposito modulo.

Accesso alla piattaforma

 

Chi ne beneficerà?

Il sostegno sarà disponibile per tutti gli Stati membri e si concentrerà sulle regioni a più alta intensità di emissioni di CO2 e su quelle con il più elevato numero di occupati nel settore dei combustibili fossili. Gli Stati membri possono accedervi redigendo piani territoriali per una transizione giusta per il periodo fino al 2030 e individuando i territori cui destinare il maggior sostegno. I piani dovrebbero anche indicare i modi migliori di affrontare le sfide sociali, economiche e ambientali.

head icon Persone e cittadini maggiormente vulnerabili alla transizione
Il meccanismo per una transizione giusta li proteggerà:
  • agevolando le opportunità di lavoro in nuovi settori e in quelli in fase di transizione
  • offrendo opportunità di riqualificazione
  • migliorando l'efficienza energetica degli alloggi
  • investendo nella lotta alla povertà energetica
  • facilitando l'accesso a un'energia pulita sicura e a prezzi abbordabili.
icon Aziende e settori che operano in industrie o filiere con forti emissioni di CO2
Il meccanismo per una transizione giusta li proteggerà:
  • sostenendo la transizione verso tecnologie a basse emissioni di CO2 e la diversificazione economica sulla base di investimenti e posti di lavoro resilienti ai cambiamenti climatici
  • creando condizioni favorevoli per gli investimenti pubblici e privati
  • offrendo un più facile accesso ai prestiti e al sostegno finanziario
  • investendo nella creazione di nuove aziende, PMI e start-up
  • investendo in attività di ricerca e innovazione.
icon globe Stati membri e regioni fortemente dipendenti dai combustibili fossili e da industrie con elevate emissioni di CO2
Il meccanismo per una transizione giusta li proteggerà:
  • sostenendo la transizione verso attività a basse emissioni di CO2 e resilienti ai cambiamenti climatici
  • creando nuovi posti di lavoro nell'economia verde
  • investendo nel trasporto pubblico e sostenibile
  • fornendo assistenza tecnica
  • investendo nelle fonti energetiche rinnovabili
  • migliorando la connettività digitale
  • offrendo prestiti a condizioni accessibili agli enti locali
  • migliorando le infrastrutture energetiche, il teleriscaldamento e le reti di trasporto.