La necessità di uno sviluppo sostenibile

Lo sviluppo sostenibile intende rispondere alle esigenze delle generazioni attuali senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni. Prevede un approccio globale che tenga conto degli aspetti economici, sociali e ambientali in modo che le varie componenti si rafforzino reciprocamente.

Il quadro globale

L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, adottata dai leader mondiali nel 2015, costituisce il nuovo quadro di sviluppo sostenibile globale e stabilisce 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS). L'impegno si incentra su eliminare la povertà e conseguire uno sviluppo sostenibile entro il 2030 a livello mondiale, garantendo che nessuno rimanga escluso.

Gli OSS puntano a un equilibrio fra le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: l'elemento economico, quello sociale e quello ambientale. Forniscono obiettivi concreti per i prossimi 15 anni, incentrati, tra l’altro, su:

  • la dignità umana
  • la stabilità regionale e mondiale
  • un pianeta sano
  • società eque e resistenti
  • la prosperità economica.

Gli obiettivi contribuiscono a promuovere la convergenza tra i paesi dell’UE, all’interno delle società e con il resto del mondo.

Impegno dell’UE a favore dello sviluppo sostenibile

L’UE vanta una salda posizione di partenza quando si tratta di sviluppo sostenibile ed è anche fortemente impegnata, insieme ai suoi paesi membri, ad assumere il ruolo di apripista nell’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Gli OSS sono inclusi in tutte le 10 priorità della Commissione europea.

Nel novembre 2016 la Commissione europea ha illustrato il suo approccio strategico per l’attuazione dell’Agenda 2030, compresi gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Link: Il futuro sostenibile dell'Europa: prossime tappe

Azioni chiave per l’attuazione dell’Agenda 2030:

  • includere gli OSS nelle politiche e iniziative dell’UE, facendo dello sviluppo sostenibile il principio guida di tutte le strategie politiche della Commissione europea
  • elaborare relazioni periodiche sui progressi dell’UE a partire dal 2017
  • sviluppare l’attuazione dell’Agenda 2030 con i governi dell’UE, il Parlamento europeo, le altre istituzioni europee, le organizzazioni internazionali, le organizzazioni della società civile, i cittadini e le altre parti interessate
  • inaugurare una piattaforma multilaterale ad alto livello per sostenere lo scambio delle migliori pratiche in materia di attuazione in tutti i settori, a livello nazionale e dell’UE.
  • mettere in atto un approccio a più lungo termine nella prospettiva post 2020.

Al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile in tutto il mondo, l’UE continuerà a collaborare con i partner esterni, utilizzando tutti gli strumenti disponibili nell’ambito delle sue politiche esterne e sosterrà in particolare gli sforzi dei paesi in via di sviluppo.

Documenti