Introduzione

Le campagne di promozione dei prodotti agricoli dell’UE sono concepite per creare nuove opportunità di mercato per gli agricoltori dell’UE e dell’intera industria alimentare, nonché per aiutarli a consolidare le imprese agricole esistenti.

Le norme in materia di politica di promozione stabiliscono in che modo i finanziamenti dell’UE - passati da 142,5 milioni di euro nel 2017 a 188,5 milioni di euro nel 2018, per poi arrivare a 200 milioni di euro nel 2020 - possono essere utilizzati per iniziative di informazione e di promozione negli Stati membri e nei paesi al di fuori dell’UE.

Esistono due tipi di azioni di promozione:

  • quelle gestite da associazioni professionali o interprofessionali europee e cofinanziate dall’UE
  • quelle gestite direttamente dalla stessa UE, fra cui le iniziative diplomatiche da parte del commissario in paesi extra UE per favorire gli scambi di prodotti agro-alimentari, incentivare la partecipazione a fiere e organizzare campagne di comunicazione che promuovano i prodotti agricoli dell’UE.

Programma di lavoro annuale

In totale saranno disponibili 191 milioni di euro per programmi di promozione selezionati per il cofinanziamento dell’UE nel 2019, rispetto ai 179 milioni di euro del 2018.

Il programma di lavoro 2019 si concentra sulle campagne rivolte a paesi extra-UE con il maggior potenziale di crescita, come il Canada, il Giappone, il Messico e la Corea. All’interno dell’unione, l’UE cofinanzierà campagne volte a promuovere i vari regimi ed etichette di qualità dell’UE (biologico, denominazione di origine protetta - DOP, indicazioni geografiche protette - IGP, specialità tradizionale garantita - STG, prodotto delle regioni ultraperiferiche dell’UE).

Comunicati stampa della Commissione

2019

ScaricaPDF - 34.5 KB

ScaricaPDF - 334.5 KB

2018

ScaricaPDF - 34.7 KB

ScaricaPDF - 278.3 KB

2017

ScaricaPDF - 41.2 KB

ScaricaPDF - 606 KB

ScaricaPDF - 92.9 KB

2016

ScaricaPDF - 40.9 KB

ScaricaPDF - 214.2 KB

ScaricaPDF - 93.7 KB

Campagne di promozione in pratica

La Commissione europea definisce le priorità strategiche per la promozione dei prodotti agricoli europei e i criteri di finanziamento in un programma di lavoro annuale che individua i prodotti e i possibili mercati.

L'Agenzia esecutiva per i consumatori, la salute, l'agricoltura e la sicurezza alimentare (CHAFEA) mette in atto questa politica strategica per conto della Commissione.

A tal fine:

  • pubblica inviti a presentare proposte e valuta le proposte ricevute
  • eroga sovvenzioni e gestisce accordi di sovvenzione per i cosiddetti programmi multipli (che coinvolgono almeno due organizzazioni di almeno due Stati membri o una o più istituzioni dell’UE)
  • organizza manifestazioni e campagne di comunicazione all’interno e all’esterno dell’UE.

La Commissione europea adotta una decisione di selezionare programmi semplici in base alla classificazione delle proposte stabilita dalla CHAFEA.

I programmi semplici coinvolgono una o più organizzazioni dello stesso paese dell’UE. Essi sono gestiti dalle amministrazioni nazionali.

Decisioni

2018

ScaricaPDF - 143.3 KB

ScaricaPDF - 297.3 KB

2017

ScaricaPDF - 56.3 KB

ScaricaPDF - 515.6 KB

2016

ScaricaPDF - 122.9 KB

ScaricaPDF - 966.4 KB

Relazione intermedia sulla politica di promozione dei prodotti agricoli

La relazione intermedia dell’UE descrive nei dettagli l’attuazione della politica di promozione dei prodotti agricoli nell’UE e nei paesi extra-UE. Tra gli obiettivi specifici figurano l’aumento della competitività e del consumo dei prodotti agricoli dell’UE, e una maggiore consapevolezza e riconoscimento dei regimi di qualità dell’UE.

I risultati della relazione, ricavati dalle statistiche sulle domande relative ai programmi di promozione, dalla partecipazione a missioni ad alto livello a partire dal 2016 e dalle risposte date ai questionari di valutazione, indicano che:

  • vi è un forte interesse per la nuova politica di promozione
  • le procedure di valutazione per i programmi di promozione sono efficaci per quanto riguarda la presentazione, la valutazione e l’attuazione delle misure
  • molti portatori di interessi si sono detti nell'insieme soddisfatti della nuova politica.

Poiché la politica di promozione riformata può essere valutata solo a partire dal 2016, in questa fase si considera prematuro proporre modifiche. Sono disponibili informazioni dettagliate sulla relazione

Documento di lavoro dei servizi della Commissione che accompagna la relazione

Identità visiva per le campagne di promozione dell’UE

Tutti i beneficiari di finanziamenti dell'UE a favore della promozione sono tenuti a utilizzare la stessa identità visiva, Enjoy! It's from Europe.

logo sapore dell’Europa

Ulteriori informazioni

Opportunità di finanziamento, ammissibilità, quadro giuridico

Domande frequenti (FAQ)

Mappa delle campagne e statistiche

Ciclo di vita dei programmi di promozione

Nuova politica di promozione (infografica)