Cos’è il meccanismo di cooperazione e verifica (MCV)?

Quando sono entrate a far parte dell'UE, il 1° gennaio 2007, la Romania e la Bulgaria dovevano ancora realizzare dei progressi in materia di riforma giudiziaria e lotta alla corruzione e (per quanto riguarda la Bulgaria) alla criminalità organizzata. La Commissione ha istituito il meccanismo di cooperazione e verifica (MCV) come misura transitoria per aiutare i due paesi a porre rimedio a tali carenze.

Perché l’MCV è necessario?

La decisione di proseguire la valutazione della Bulgaria e della Romania dopo la loro adesione dimostra l’interesse dell’UE a veder sviluppare in questi due paesi sistemi amministrativi e giudiziari efficaci, necessari per realizzare gli impegni derivanti dall’adesione all’UE e a garantire la corretta applicazione delle leggi, delle politiche e dei programmi dell’Unione.

I progressi in materia di riforma giudiziaria e lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata consentiranno inoltre ai cittadini bulgari e rumeni di esercitare pienamente anche i loro diritti di cittadini dell'UE.

Come funziona l'MCV in pratica?

Nel dicembre 2006, la Commissione ha adottato delle decisioni in cui sono indicati anche i criteri ("parametri") per valutare i progressi compiuti.

Le valutazioni e le relazioni formali della Commissione sono frutto di analisi e monitoraggio scrupolosi, e si basano su un dialogo continuo tra le autorità bulgare e rumene e i servizi della Commissione. Le relazioni hanno tratto utili spunti anche da contatti con altri paesi dell’UE, con la società civile, con organizzazioni internazionali, esperti indipendenti e varie altre fonti. 

La Commissione riferisce periodicamente sui progressi compiuti. La Commissione ha presentato la prima relazione il 27 giugno 2007. Le relazioni contengono la valutazione e le raccomandazioni della Commissione alle autorità bulgare e rumene, e sono integrate da un documento di lavoro dei servizi che presenta un’analisi dettagliata per ciascuno dei parametri di riferimento dell'MCV. 

Ogni relazione della Commissione, con la sua metodologia e le sue conclusioni, viene successivamente discussa e ha sempre ottenuto l'approvazione dal Consiglio dei ministri dell'Unione europea.

Criteri per la valutazione dei progressi

I parametri di riferimento per la Romania riguardano l’efficacia e la trasparenza del sistema giudiziario, le principali istituzioni in ambiti come l’integrità e la lotta contro la corruzione a tutti i livelli e la prevenzione della corruzione. 

I parametri di riferimento per la Bulgaria riguardano questioni quali l’indipendenza, la professionalità e l’efficienza del sistema giudiziario, la lotta contro la corruzione e l’azione intrapresa contro la criminalità organizzata.

The reports on progress in Bulgaria and Romania 

Sostegno supplementare

Il sostegno della Commissione attraverso il processo di monitoraggio dell’MCV è accompagnato da:

  • opportunità di finanziamento nell'ambito dei fondi strutturali e di investimento europei
  • consulenze come quelle fornite attraverso il servizio di assistenza per le riforme strutturali 
  • il sostegno costruttivo di molti paesi dell’UE.