Risposta

Prima di acquisire da un’altra organizzazione un elenco di contatti o un database contenente recapiti di persone, l’organizzazione deve essere in grado di dimostrare che i dati sono stati ottenuti nel rispetto del regolamento generale sulla protezione dei dati e che è possibile utilizzarli a fini pubblicitari. Ad esempio, se l’organizzazione li ha acquisiti in base al consenso, tale consenso doveva prevedere la possibilità di trasmettere i dati ad altri destinatari per il loro marketing diretto.

La tua azienda/organizzazione deve anche assicurarsi che l’elenco o il database sia aggiornato e che non si invii pubblicità a persone che si siano opposte al trattamento dei loro dati personali per finalità di marketing diretto. La tua azienda/organizzazione deve inoltre garantire che, se utilizza comunicazioni come la posta elettronica a fini di marketing diretto, rispetti le norme stabilite nella direttiva e-privacy (direttiva 2002/58/CE1).

Questi elenchi sono trattati in base agli interessi legittimi e le persone avranno il diritto di opporsi a tale trattamento. La tua azienda/organizzazione deve inoltre informare le persone, al più tardi al momento della prima comunicazione con loro, che ha raccolto i loro dati personali e che li tratterà per l’invio di pubblicità.

Esempio

Due amici, la signora A e il signor B, gestiscono rispettivamente una palestra e una libreria. Ognuno di essi raccoglie i dati dai rispettivi clienti. La libreria del signor B non sta andando molto bene: il suo database clienti ha pochi nominativi e poche persone entrano nel negozio. Il signor B dice alla signora A di avere una nuova biografia di un famoso atleta e chiede se i clienti della signora A sarebbero interessati a ricevere pubblicità sul libro. I termini dell’informativa sulla privacy della signora A. informavano i suoi clienti dell'eventualità che i dati forniti fossero condivisi con partner che offrivano prodotti nel settore salute e fitness. Se il consenso specifico è stato fornito allo scopo di trasmettere i dati ad altri destinatari per il loro marketing diretto, la signora A può inviare l’elenco dei suoi clienti al signor B. Non possono essere inviati dati relativi a una persona che si sia opposta al trattamento dei propri dati personali.

Riferimenti