Introduzione

La presente informativa sulla privacy spiega il motivo per cui tutti i dati personali forniti vengono elaborati, illustra le modalità di rilevazione, trattamento e protezione, oltre che di utilizzo, di tali dati, e specifica quali diritti è possibile far valere in merito ai propri dati (diritto di accesso, di rettifica, di blocco, ecc.).

Le istituzioni europee sono impegnate a tutelare e rispettare la privacy degli utenti. Poiché questo servizio/applicazione raccoglie ed elabora ulteriormente i dati personali, si applica il regolamento (CE) n. 45/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2000, concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati.

Perché la Commissione elabora i tuoi dati?

Obiettivo di questa consultazione pubblica è raccogliere i pareri dei portatori di interesse o dei cittadini interessati dall'oggetto della consultazione. I pareri saranno pubblicati su Internet, sotto la responsabilità del responsabile del sito web della consultazione che agisce in qualità di “incaricato del trattamento dei dati” per conto del “responsabile dei dati”.

Quali dati vengono rilevati ed elaborati?

I dati personali raccolti e successivamente trattati sono il nome, il cognome, la professione, il paese di residenza e l’indirizzo e-mail del partecipante e, se del caso, il nome, le dimensioni, il tipo e il numero di iscrizione nel registro per la trasparenza dell’organizzazione per conto della quale il partecipante risponde al questionario.

La consultazione pubblica è accessibile tramite l’account EU Login. Per ulteriori informazioni, leggere l’informativa specifica sulla privacy per EU Login.

Per quanto tempo sono conservati i dati?

L’incaricato del trattamento dei dati conserva i dati solo per il tempo necessario a realizzare gli obiettivi per cui sono stati raccolti o per il loro successivo trattamento.

Come vengono tutelati i dati personali?

Tutti i dati in formato elettronico (e-mail, documenti, insiemi di dati caricati, ecc.) vengono conservati sui server della Commissione europea o dei suoi contraenti, le cui operazioni sono conformi alla decisione della Commissione del 16 agosto 2006 [C(2006) 3602] sulla sicurezza dei sistemi informatici utilizzati dalla Commissione europea.

I contraenti della Commissione sono tenuti a rispettare una specifica clausola contrattuale per tutte le operazioni di elaborazione svolte sui dati per conto della Commissione, nonché gli obblighi di riservatezza derivanti dal recepimento della direttiva 95/46/CE.

Chi ha accesso ai dati e a chi sono divulgati?

I contributi pervenuti saranno pubblicati su Internet.

Nel rispondere a una consultazione o un meccanismo di feedback occorre indicare se i dati personali (nome, cognome, ecc.) possono essere pubblicati. In ogni caso, l'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I documenti presentati nell'ambito di una consultazione o di un meccanismo di feedback, quali documenti di sintesi o documenti di riferimento, saranno pubblicati così come sono ricevuti. Pertanto, non inserire dati personali nei documenti presentati se si opta per una pubblicazione anonima.

A prescindere dal fatto che si decida di far pubblicare i dati personali o no, occorre identificarsi o identificare l’organizzazione per conto della quale si risponde. I contributi anonimi alle consultazioni e ai meccanismi di feedback non sono accettati.

Se si fornisce un contributo spontaneo nel contesto di un meccanismo di feedback, sarà pubblicato sulla pagina web del meccanismo di feedback specifico. Per impostazione predefinita, il contributo sarà pubblicato unitamente alle informazioni personali, a meno che non si indichi altrimenti.

Può accedere ai dati degli utenti il personale autorizzato in base al principio della "necessità di sapere". Il personale è tenuto al rispetto delle convenzioni di legge ed eventualmente di norme aggiuntive di riservatezza.

Quali sono i diritti degli utenti? Come possono esercitarli?

Ai sensi del regolamento (CE) n. 45/2001, l'utente ha il diritto di accedere ai propri dati personali e di rettificarli e/o bloccarli qualora siano imprecisi o incompleti. È possibile esercitare i propri diritti rivolgendosi all’incaricato del trattamento dei dati oppure al responsabile dei dati oppure, in caso di controversia, al responsabile della protezione dei dati e, se necessario, al Garante europeo della protezione dei dati, utilizzando le informazioni di contatto di cui al punto 8.

Informazioni di contatto

Se si desidera accedere o verificare i propri dati personali conservati dal responsabile del trattamento dei dati, farli modificare, correggere o cancellare, o porre domande sulla consultazione o su qualsiasi informazione trattata nell’ambito della consultazione, oppure in merito i propri diritti, contattare l’incaricato del trattamento dei dati, che opera sotto la responsabilità del responsabile del trattamento dei dati, utilizzando i recapiti indicati sulla pagina web per questa consultazione.

In caso di domande o commenti generali, problemi o reclami contro la raccolta e l'uso dei propri dati personali, è possibile contattare il responsabile del trattamento dei dati al seguente indirizzo: 

sg-consultation-data-controller@ec.europa.eu.

I partecipanti hanno il diritto di presentare una denuncia per quanto riguarda il trattamento dei dati personali, in qualsiasi momento, a uno dei seguenti soggetti:

  • il responsabile della protezione dei dati (DPO) della Commissione:

data-protection-officer@ec.europa.eu

  • il garante europeo della protezione dei dati (EDPS):

edps@edps.europa.eu

Per informazioni più dettagliate

Il responsabile della protezione dei dati della Commissione rende pubblico un registro che riprende tutte le operazioni di elaborazione dei dati personali.

Questa operazione specifica di trattamento dei dati è stata notificata al responsabile della protezione dei dati con il seguente riferimento: DPO-2758.6 — SG: meccanismi di feedback della Commissione che consentono ai cittadini dell’UE di fornire un parere su tabelle di marcia, valutazioni d’impatto iniziali, atti delegati e di esecuzione e proposte legislative e di rispondere alle consultazioni pubbliche tramite i siti web Di’ la tua e Consultazioni su europa.eu.