Informazioni sull'SST

Lo strumento di sostegno tecnico (SST) è il programma dell'UE che fornisce agli Stati membri dell'UE competenze tecniche su misura per progettare e attuare le riforme. Il sostegno è orientato alla domanda e non richiede il cofinanziamento da parte degli Stati membri. Si tratta di un pilastro importante dell'iniziativa dell'UE per aiutare gli Stati membri ad attenuare le conseguenze economiche e sociali della pandemia di COVID-19.

Riforme intelligenti, sostenibili e socialmente responsabili contribuiscono a rafforzare la resilienza delle nostre economie e società. L'SST offre agli Stati membri un servizio unico per aiutarli ad affrontare le sfide delle riforme. Il sostegno può concretizzarsi, ad esempio, in consulenze strategiche e giuridiche, in studi, in formazione o in visite di esperti sul campo. Può coprire qualsiasi fase del processo di riforma, dalla loro preparazione e progettazione fino allo sviluppo e all'attuazione.

Il sostegno tecnico è fornito in un'ampia gamma di settori, tra cui l'azione per il clima, la transizione digitale e la sanità, solo per citarne alcuni. Gli Stati membri possono inoltre chiedere sostegno per preparare, modificare, attuare e rivedere i loro piani nazionali di ripresa e resilienza nell'ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza.

Fornendo sostegno sul campo per superare le sfide delle riforme, l'SST aiuta gli Stati membri a riprendersi dagli effetti sociali ed economici della pandemia di COVID-19, a migliorare la qualità dei servizi pubblici e a rafforzare una crescita economica sostenibile e inclusiva. L'SST è il programma successore del programma di sostegno alle riforme strutturali (2017-2020) e si basa sull'esperienza maturata nello sviluppo di capacità negli Stati membri. La direzione generale DG REFORM della Commissione europea Sostegno alle riforme strutturali gestisce l'SST.

Il sostegno dell'SST alle riforme

  • inizia con una domanda di sostegno presentata da uno Stato membro dell’UE

  • è formulato su misura per rispondere alle esigenze del paese

  • fornisce una combinazione esclusiva di competenze (da parte della Commissione europea, delle organizzazioni internazionali, delle amministrazioni nazionali degli Stati membri dell’UE e/o del settore privato)

  • rafforza la capacità di uno Stato membro dell'UE di attuare riforme

  • non richiede cofinanziamento.

Bilancio

864 milioni di euro per il periodo 2021-2027 (a prezzi correnti)

Tipi di sostegno

Gli Stati membri dell'UE possono chiedere assistenza tecnica nell'ambito dell'SST per:

  • attuare riforme che rafforzino la resilienza nel contesto della governance economica dell'UE, come quelle derivanti dalle raccomandazioni specifiche per paese nell'ambito del semestre europeo e in virtù dell'attuazione del diritto dell'UE
  • preparare, modificare, attuare e rivedere i piani nazionali di ripresa e resilienza nell'ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza.
  • realizzare programmi di aggiustamento economico
  • attuare riforme intraprese di propria iniziativa.

Come funziona?

Uno Stato membro dell'UE che desideri ricevere sostegno tecnico presenta una domanda alla Commissione, tramite un'autorità di coordinamento nazionale. La domanda va presentata entro il 31 ottobre di ciascun anno.

La Commissione esamina le domande ricevute e avvia un dialogo con le autorità nazionali di coordinamento per valutare le esigenze specifiche del paese e le opzioni disponibili per sostenere l'elaborazione e l’attuazione delle riforme.

L’assistenza può essere fornita direttamente, avvalendosi delle competenze interne della Commissione, o in collaborazione con altri fornitori di assistenza tecnica:

  • esperti delle amministrazioni nazionali degli Stati membri dell'UE (TAIEX)
  • organizzazioni internazionali
  • imprese private e società di consulenza
  • singoli esperti del settore privato

TAIEX-TSI Peer 2 Peer è uno strumento gestito in collaborazione con la direzione generale Politica europea di vicinato e negoziati di allargamento (DG NEAR) per attuare parte dell'SST della DG REFORM. Lo strumento consente agli esperti delle amministrazioni nazionali di scambiare competenze mediante missioni, visite di studio e seminari. Lo strumento è disponibile solo per i progetti selezionati nell'ambito del programma SST.

Settori oggetto delle riforme

L'SST fornisce sostegno tecnico agli Stati membri in un'ampia gamma di settori strategici, fra cui:

  • la transizione verde (comprese l'azione per il clima, l'economia circolare e la transizione energetica)
  • la transizione digitale
  • le cure mediche e l'assistenza di lunga durata
  • le competenze, l’istruzione e la formazione
  • la governance e la pubblica amministrazione
  • la competitività
  • il settore finanziario e l'accesso ai finanziamenti
  • l'amministrazione fiscale e la gestione delle finanze pubbliche
  • il mercato del lavoro e la protezione sociale.

Progetto in primo piano

La Commissione europea seleziona periodicamente un "progetto in primo piano". I progetti presentati, scelti da settori politici diversi e in paesi diversi, sono selezionati sulla base dell'efficacia dell'attuazione, dei risultati promettenti sul campo e del potenziale da replicare in tutta l'UE. In questo modo la Commissione cerca di incoraggiare le migliori pratiche.

Questa volta abbiamo presentato un recente progetto in cui la Commissione europea ha aiutato l'Agenzia fiamminga per gli investimenti e il commercio (FIT) a diventare un'organizzazione pronta per l'intelligenza artificiale (IA) in grado di padroneggiare le tecnologie moderne, modernizzare i suoi servizi alle imprese e migliorare la sua efficienza utilizzando le tecnologie più avanzate. Grazie al progetto, la FIT ha iniziato ad attuare le raccomandazioni in modo ambizioso. Questo progetto, che riconosce alla digitalizzazione una maggiore importanza nella ripresa, è un esempio che può essere fonte di ispirazione per altri Stati membri dell'UE.

Per saperne di più, guardare il video riportato di seguito.

Qui è disponibile un articolo sull'argomento.

Esempi di progetti

Finora sono stati sostenuti più di 1000 progetti di riforma in 27 Stati membri. fra cui:

  • migliorare la capacità operativa e l’efficienza delle amministrazioni pubbliche
  • modernizzare la gestione delle finanze pubbliche
  • riformare le amministrazioni fiscali
  • sviluppare l’economia digitale
  • conseguire gli obiettivi in materia di energia e clima
  • potenziare l’investimento estero diretto
  • riformare i sistemi educativi
  • migliorare le possibilità di finanziamento nel quadro dell’iniziativa "Unione dei mercati dei capitali"
  • migliorare l’efficienza nel trattamento dei prestiti in sofferenza.

Esempi di sostegno alle riforme

Contatti

Punto di contatto principale per i paesi dell'UE:

Judit.ROZSA@ec.europa.eu

Per saperne di più sull’SST:

Direzione generale per il Sostegno alle riforme strutturali: REFORM-TSI@ec.europa.eu

Entità che attuano i fondi dell'UE in regime di gestione indiretta:

2020

2019

2018

2017

2016

Documenti

ScaricaPDF - 1.7 MB
ScaricaPDF - 3 MB
ScaricaPDF - 1.4 MB
ScaricaPDF - 2 MB
ScaricaPDF - 1.9 MB
ScaricaPDF - 2.3 MB
ScaricaPDF - 1.9 MB