Sostegno allo sviluppo rurale 2007-2013

Durante il periodo 2007-2013 la politica di sostegno allo sviluppo rurale si è trasformata, passando dagli aiuti per l'aggiustamento strutturale a misure che riflettono meglio la molteplicità dei ruoli dell'agricoltura in un contesto rurale più ampio. La politica ha posto un maggiore accento sull'attuazione di una strategia coerente per lo sviluppo rurale in tutta l'UE, concentrandosi in particolare su tre temi:

  • miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale
  • miglioramento dell'ambiente e dello spazio rurale
  • miglioramento della qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell'economia rurale.

Sostegno allo sviluppo rurale 2000-2006

Nel 2000 lo sviluppo rurale è stato introdotto come secondo pilastro della PAC nell'ambito della riforma "Agenda 2000", con cui sono state riunite in un unico quadro comune varie misure strutturali e territoriali preesistenti. Durante questo periodo, il sostegno allo sviluppo rurale si è concentrato:

  • sulla multifunzionalità dell'agricoltura, riconoscendo il suo ruolo diversificato che va oltre la produzione di alimenti e l'insieme dei servizi forniti dagli agricoltori
  • su un approccio integrato e multisettoriale dell'economia rurale al fine di diversificare le attività, creare nuove fonti di occupazione e proteggere il patrimonio rurale
  • su aiuti flessibili basati sulla sussidiarietà, promuovendo il decentramento e le consultazioni a livello regionale, locale e dei partenariati
  • sulla trasparenza nell'elaborazione e la gestione dei programmi, sulla base di una legislazione semplificata e più accessibile.