I giovani in agricoltura

Solo il 11% di tutte le aziende agricole dell'Unione europea (UE) è gestito da agricoltori al di sotto dei 40 anni - e convincere un maggior numero di giovani ad avviare un'attività agricola rappresenta una vera sfida.

Di fronte all'invecchiamento della popolazione agricola l'UE sta intensificando gli sforzi per incoraggiare i giovani a diventare agricoltori. I giovani agricoltori ricevono aiuto per far decollare la loro attività con sovvenzioni all’avvio, sussidi al reddito e altre forme di sostegno come la formazione supplementare.

Sostenere la prossima generazione di agricoltori europei non solo migliora la competitività futura dell'agricoltura europea, ma contribuisce anche a garantire l'approvvigionamento alimentare dell'Europa per gli anni a venire.

Sostegno disponibile per i giovani agricoltori

Sostegno al reddito

I giovani agricoltori ricevono un aiuto supplementare dalle misure UE di sostegno al reddito nella forma del pagamento per i giovani agricoltori (YFP). Come regola generale, le autorità nazionali devono:

  • accantonare fino al 2% della loro dotazione complessiva di sostegno al reddito per destinarlo all’YFP
  • decidere in merito al numero di ettari per azienda da sostenere nell'ambito dell’YFP (fino a 90 ha)
  • scegliere uno dei metodi di calcolo dell'YFP (fino al 50% dei pagamenti di sostegno al reddito degli agricoltori)
  • decidere se i beneficiari dell'YFP debbano disporre di competenze adeguate e/o soddisfare determinati requisiti in materia di formazione
  • concedere l’YFP per un periodo di cinque anni ai giovani agricoltori ammissibili a decorrere dall'insediamento.
  • I giovani agricoltori hanno la priorità anche quando si tratta di ricevere diritti all'aiuto nell'ambito del regime di pagamento di base dalla riserva nazionale/regionale (nei paesi dell'UE che attuano il regime di pagamento di base questa priorità è importante per i giovani agricoltori che non hanno diritti all'aiuto, che hanno meno diritti di pagamento rispetto agli ettari di terreno agricolo o che hanno diritti all'aiuto di scarsa entità).

Fondo di sviluppo rurale

Inoltre, i programmi di sviluppo rurale spesso prevedono misure supplementari per aiutare i giovani agricoltori ad avviare la loro attività. Tale sostegno può comprendere sovvenzioni, prestiti o garanzie concepiti per favorire lo sviluppo di aziende agricole o fornire consulenza sul modo migliore di entrare nel settore agricolo.

Queste misure di sviluppo rurale sono sostenute anche dall'iniziativa "giovani agricoltori". Rientrano in ciò il sostegno disponibile tramite il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e le competenze della Banca europea per gli investimenti. In totale, tale sostegno ammonterà a 1 miliardo di euro. Questi prestiti saranno gestiti da banche locali e società di leasing operanti in tutta l'UE. Almeno il 10% dell'importo concesso alle banche partecipanti sarà destinato agli agricoltori di età inferiore a 41 anni, che beneficeranno di condizioni di finanziamento competitive.

Informazioni correlate

Progetti di giovani agricoltori finanziati dall'UE

Un sondaggio dedicato ai giovani agricoltori

Nel 2015 l'UE ha intervistato più di 2 000 agricoltori al di sotto dei 40 anni, contribuendo all'elaborazione delle politiche dell'UE e a individuare meglio le esigenze dei giovani agricoltori. Il sondaggio ha dimostrato che l'accesso alla terra da acquistare o affittare rappresenta una preoccupazione considerevole per i giovani agricoltori. Inoltre, ha individuato la necessità di un ulteriore sostegno finanziario, dell'accesso al credito e difficoltà nel reperire manodopera qualificata sufficiente.

Novità

Documenti

ScaricaPDF - 313 KB