Storia

I primi a introdurre la viticoltura e la vinificazione di quella che è la Francia odierna furono gli antichi greci, ma la forte crescita dell'industria vitivinicola di Bordeaux si può attribuire a una combinazione di politiche nel periodo medievale e all'influenza di una figura femminile di rilievo.

Eleonora d'Aquitania sposò dapprima il re di Francia, ma, dopo che l'unione non generò eredi, il matrimonio fu annullato e lei si risposò con Enrico d'Anjou, futuro re di Inghilterra. Questo fitto intreccio amoroso vide Eleanor protagonista di molteplici intrighi, due tentativi di rapimento e persino un tentativo fallito di rovesciare il marito e destituirlo dal trono in nome di suo figlio!

La sua storia è stata fonte di grande ispirazione per il cinema di Hollywood (Katharine Hepburn ha persino vinto un Oscar nei panni di Eleonora) ma, cosa più importante, assicurò agli esportatori vinicoli di Bordeaux il monopolio di un'esportazione fiorente verso l'Inghilterra. Il commercio vinicolo dall'Aquitania, terra d'origine di Eleonora, godeva di grande prosperità, e i vigneti nell'area della Gironda subirono una forte espansione. Questo trionfo, però, non durò a lungo: l'Aquitania finì sotto il controllo francese a seguito della guerra dei 100 anni e il commercio con l'Inghilterra subì un declino.

Nonostante questo ostacolo, i vini di Bordeaux trovarono comunque il modo di prosperare. I secoli successivi videro la regione instaurare nuovi legami commerciali con i Paesi Bassi e le città del Baltico. Oggi i vini Bordeaux vengono esportati in oltre 150 paesi in tutto il mondo.

Le garanzie di qualità hanno contribuito fortemente alla reputazione di portata internazionale dei vini Bordeaux. Nel 1855 la Francia ospitò l'"Esposizione universale", che attirò oltre 5 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo. A tutela della reputazione dei vini della Gironda durante l'enorme esposizione, Napoleone III richiese la creazione di un nuovo sistema di classificazione per attestare l'eccellenza dei vini della regione. Questo sistema esiste ancora oggi, e nel 1973 è stato integrato dalla concessione dello status di denominazione di origine protetta (DOP) attribuito ai vini di Bordeaux, che rappresenta un'ulteriore tutela per la loro reputazione internazionale, poiché ne riconosce le caratteristiche peculiari e l'importanza a livello locale.

Produzione

L'industria vinicola di Bordeaux si è sviluppata intorno agli estuari della Gironda e della Dordogna, due fiumi che si estendono dalla costa atlantica fino a circa 100 km nell'entroterra. I terreni ghiaiosi e sabbiosi della zona creano le condizioni perfette per le viti, e le temperature miti ne favoriscono la crescita. Questo ambiente (noto anche come terroir) permette lo sviluppo delle diverse varietà di vini Bordeaux, in quanto consente la crescita di un assortimento eterogeneo di uve. I vini Bordeaux a denominazione protetta spaziano da varietà di colore rosso, bianco e rosato e a partire da un'ampia varietà di uve, anche se comunemente la Merlot è la più utilizzata per la produzione di rossi, mentre la Sauvignon Blanc o la Semillon vengono utilizzate per la produzione di bianchi.

La coltivazione delle viti della Gironda prosegue per tutto l'anno, ma la stagione inizia a ottobre. Dopo la prima fase dell'aratura, in autunno, il vinificatore procede con la potatura accurata delle viti durante i mesi invernali, in modo da garantire un raccolto di qualità sempre elevata.

Con l'arrivo della primavera le viti rinascono: compaiono nuove gemme e crescono nuove foglie. Ad ogni modo, è durante la primavera inoltrata e l'estate che le conoscenze acquisite negli anni dalle varie generazioni iniziano a farsi vedere. I viticoltori selezionano con cura i rami che produrranno uve di qualità, raccogliendo il cosiddetto "raccolto verde", cioè campioni ancora acerbi, per garantire l'elevata qualità della coltura rimanente e testare le uve per individuare il momento ideale per la raccolta. Una volta raggiunta la maturazione, le uve vengono raccolte, pressate e fermentate per poi essere trasformate in vino.

Per saperne di più

Bordeaux DOP - strumento giuridico

Denominazione di origine protetta

Alimenti e bevande di qualità in tutta Europa