Informazioni sulla consultazione

Durata della consultazione
13 Novembre 2017 - 12 Febbraio 2018
Temi
Sicurezza alimentare

Esiti della consultazione e prossime tappe

Destinatari

Sono invitati a prendere parte a questa consultazione tutti i cittadini dell'UE e di altri paesi extra UE.

Oltre a questa consultazione pubblica è disponibile un altro sondaggio creato appositamente per le parti interessate che lavorano con i pesticidi e con i residui di antiparassitari. Se desideri rispondere per conto di un'associazione, il sondaggio specifico per le parti interessate è disponibile qui.

Obiettivo della consultazione

L'obiettivo di questa consultazione pubblica è raccogliere le opinioni dei cittadini sulla legislazione dell'UE in materia di pesticidi e di residui di antiparassitari, al fine di ricevere informazioni su quali sono i punti di forza e le carenze di questa normativa secondo i cittadini e quale ritengono che sia il livello di protezione della salute umana ed animale nonché dell'ambiente.

Cos'è un pesticida? Un pesticida è un prodotto che previene la diffusione di un organismo nocivo (il "parassita") o di una malattia, li distrugge o li contiene. I pesticidi vengono utilizzati prevalentemente nell'agricoltura per proteggere le piante da insetti, erbacce, funghi ecc. La parte più importante di un pesticida è la cosiddetta sostanza attiva. Proprio come nel caso di una medicina che cura una malattia dell'uomo, la sostanza attiva è l'elemento chiave del pesticida che ne garantisce l'efficacia. Una sostanza attiva può essere di natura chimica o (micro)biologica. Dal 2011 il regolamento (CE) n. 1107/2009 (il "regolamento sui pesticidi") disciplina l'approvazione delle sostanze attive e l'immissione sul mercato di pesticidi. Per ulteriori informazioni consultare la pagina web sui pesticidi della Commissione europea.

Cos'è un residuo di antiparassitari? Le tracce di pesticida presenti in prodotti come alimenti e mangimi sono chiamate residui. Il livello massimo di residui è la quantità massima di pesticidi consentita dalla legge presente in un determinato prodotto. Il regolamento (CE) n. 396/2005 (il "regolamento sui residui di antiparassitari") è entrato in vigore nel 2008 e da allora disciplina e armonizza i livelli massimi di residui nei paesi dell'UE. Per ulteriori informazioni consultare la pagina web sui residui di antiparassitari della Commissione europea.

Numerose autorità sono coinvolte nell'applicazione delle norme dei regolamenti sui pesticidi e sui residui di antiparassitari: gli Stati membri dell'UE, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e la Commissione europea. Per immettere un pesticida sul mercato sono previste due fasi: prima di tutto, la sostanza attiva deve essere approvata a livello dell'UE; in secondo luogo, il produttore di un pesticida contenente una sostanza attiva approvata può presentare una richiesta di autorizzazione di questo prodotto nei singoli Stati membri. Contemporaneamente, a livello dell'UE vengono fissati i livelli massimi di residui per il pesticida, se necessario. Per le colture non provenienti dall'Unione, i livelli massimi di residui sono fissati su richiesta del paese esportatore.

Questa consultazione pubblica fa parte di una strategia di consultazione più ampia, che include sondaggi per le parti interessate al fine di raccogliere le opinioni delle organizzazioni e delle autorità degli Stati membri interessate.

Per ulteriori informazioni sulla strategia di consultazione e per i link verso i sondaggi per le parti interessate, si prega di consultare l'apposita pagina web dell'Unione europea. Le risposte saranno prese in considerazione durante l'elaborazione del documento di lavoro dei servizi della Commissione europea che presenterà i risultati della valutazione REFIT.

Come partecipare

Questo questionario per i cittadini è disponibile in tutte le lingue ufficiali dell'UE. Le risposte possono essere formulate in una qualsiasi delle 24 lingue ufficiali. Si consiglia di inviare le osservazioni in inglese per agevolare l'analisi dei risultati del sondaggio.

I contributi pervenuti potrebbero essere pubblicati su internet. Per informazioni sul trattamento dei dati personali e dei contributi, è importante leggere l'informativa specifica sulla privacy allegata alla presente consultazione.

Visualizzare il questionario

Informazioni aggiuntive

Le valutazioni REFIT fanno parte dell'agenda "Legiferare meglio" della Commissione e assicurano che la legislazione dell'UE offra i benefici previsti ai cittadini, alle imprese e alla società, eliminando al contempo la burocrazia e riducendo i costi. Un altro obiettivo è semplificare la legislazione europea e renderla più comprensibile. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

Contatti