Informazioni sulla consultazione

12 Settembre 2017 - 5 Dicembre 2017
Settori
Cittadinanza dell’Unione e libera circolazione

Destinatari

Possono rispondere tutti i cittadini dell'UE, i loro familiari, le imprese, le organizzazioni, gli studiosi e tutte le altre parti interessate alla cittadinanza dell'UE e alla libera circolazione.

Sono disponibili tre questionari diversi:

- uno per i cittadini dell’UE (compresi i cittadini di Islanda, Liechtenstein e Norvegia)

 - uno per i familiari dei cittadini dell’UE che non sono a loro volta cittadini dell’UE e

- uno per le imprese che richiedono l’identificazione dei loro clienti

Obiettivo della consultazione

L’obiettivo della consultazione pubblica è raccogliere i punti di vista e le preoccupazioni di tutti i cittadini interessati, delle organizzazioni e delle imprese su: a) come migliorare la sicurezza delle carte di identità e dei documenti di soggiorno dei cittadini dell’UE e di quelli dei loro familiari e b) come agevolare l’esercizio del diritto alla libera circolazione dei cittadini dell’UE e del diritto dei loro familiari di accompagnarli.

 I cittadini dell'UE godono di una serie di diritti. Ad esempio hanno il diritto di:

  • votare nelle elezioni locali ed europee
  • lavorare e vivere liberamente in qualsiasi paese dell'UE (con i propri familiari, anche se non sono cittadini dell'UE).

Ma se i cittadini dell'UE e le loro famiglie si trasferiscono in un altro paese europeo possono incontrare difficoltà a far riconoscere i loro documenti. Ad esempio, quando devono:

  • viaggiare all'interno dell'UE
  • provare la loro identità per l'acquisto di beni o servizi.

Vorremmo conoscere più in dettaglio quali sono queste difficoltà e come sono state gestite.

La consultazione ci aiuterà a trovare le soluzioni. I contributi verranno utilizzati per una valutazione d'impatto, che consentirà all'UE di intervenire eventualmente in questo campo.

Cliccare sul link per maggiori informazioni sul diritto di circolare e vivere liberamente all’interno dell’Unione europea.

Questa consultazione fa seguito alla relazione 2013 sulla cittadinanza dell’Unione.

Nella relazione la Commissione si è impegnata a ricercare soluzioni per rimuovere gli ostacoli che alcuni cittadini dell'UE (e i loro familiari) incontrano a far accettare i loro documenti di identità e soggiorno quando si trasferiscono in un altro paese dell'UE (vedere l'azione 3 della relazione).

Inoltre, le carte d’identità svolgono un ruolo importante per l’identificazione sicura di una persona a fini amministrativi e commerciali. Questo è stato ricordato dalla Commissione nella comunicazione del 14 settembre 2016 "Rafforzare la sicurezza in un mondo di mobilità: un migliore scambio di informazioni nella lotta al terrorismo e frontiere esterne più solide" e nel piano d’azione per rafforzare la risposta europea alle frodi riscontrate nei documenti di viaggio, adottato l'8 dicembre 2016. La necessità di migliorare la sicurezza di questi documenti è stata evidenziata anche nella relazione sulla cittadinanza dell'UE del 2017.

La presente consultazione riguarda:

  • i documenti nazionali di identità rilasciati dai paesi dell'UE ai propri cittadini
  • i certificati di iscrizione e i documenti di soggiorno rilasciati ai cittadini europei (e ai loro familiari) che si trasferiscono in un altro paese dell'UE.

Come partecipare

Il tuo parere è importante. Facci sapere cosa ne pensi rispondendo ai questionari online.

Il questionario è disponibile in tutte le lingue ufficiali dell'UE. Le risposte possono essere formulate in una qualsiasi delle 23 lingue ufficiali dell'UE. Tuttavia, considerando i possibili ritardi dovuti alla traduzione delle risposte inviate in determinate lingue, si consiglia di scriverle in inglese per consentire una gestione più rapida dei contributi.

È possibile interrompere la compilazione del questionario e continuare in un secondo momento. Una volta che il questionario è stato inviato, è possibile scaricare una copia delle risposte date.

L’ultima domanda offre la possibilità di caricare della documentazione a sostegno della propria posizione o un documento di sintesi. In particolare, le parti interessate con una conoscenza approfondita dei temi sono invitate a condividere dati e analisi supplementari su aspetti specifici della questione. Tutti i documenti caricati saranno considerati parte della vostra risposta alla consultazione.

Imprese e altre organizzazioni

Per motivi di trasparenza, le organizzazioni e le imprese che partecipano a consultazioni pubbliche sono invitate a fornire informazioni su chi e cosa rappresentano iscrivendosi nel pubblico registro per la trasparenza e sottoscrivendo il relativo codice di condotta.

Se si sceglie di non fornire le informazioni richieste, il contributo alla consultazione sarà pubblicato insieme con i contributi provenienti da singoli individui. Si veda anche: Norme sulle consultazioni

Contatti