Informazioni sulla consultazione

Durata della consultazione
16 Agosto 2017 - 17 Novembre 2017
Temi
Agricoltura e sviluppo rurale

Visualizzare le risposte

The consultation on the initiative to improve the food supply chain included three EU Surveys:

Open public consultation

The last column in the spreadsheet refers to the attachments in the ZIP file.

ScaricaXLS - 3.2 MB

ScaricaZIP - 24.1 MB

 

Targeted consultation – undertakings in the food supply chain (unfair trading practices element of the initiative only)

The last column in the spreadsheet refers to the attachments in the ZIP file.

ScaricaXLS - 150 KB

ScaricaZIP - 5.3 MB

 

Targeted consultation - consumer organisations (unfair trading practices element of the initiative only)

ScaricaXLS - 39.5 KB

 

A synopsis report of all the consultation activities related to the initiative to improve the food supply chain to date is also available.

Destinatari

Tutti i cittadini e le organizzazioni sono invitati a contribuire alla presente consultazione. In particolare, sono benvenuti i contributi di:

  • agricoltori
  • responsabili dei processi di trasformazione
  • distributori
  • grossisti
  • rivenditori al dettaglio
  • organizzazioni aziendali (comprese le associazioni, le camere di commercio, ecc.)
  • consumatori e loro organizzazioni rappresentative
  • organizzazioni non governative e della società civile
  • istituti di ricerca/gruppi di riflessione
  • esperti indipendenti
  • studi legali
  • sindacati
  • autorità pubbliche nazionali
  • altre istituzioni pubbliche

Obiettivo della consultazione

Nell'Unione europea (UE) si contano 11 milioni di aziende agricole e l'intera filiera alimentare dà lavoro a 44 milioni di persone. Gli agricoltori sono attori economici importanti e strategici nella catena di approvvigionamento alimentare.

Con il tempo la politica agricola comune (PAC) si è orientata maggiormente al mercato ed è diventata meno dipendente dalla gestione dei mercati. Inoltre, l’agricoltura e il settore agroalimentare europeo sono sempre più integrati nei mercati globali. 

Questa situazione ha creato importanti opportunità commerciali, ma allo stesso tempo ha esposto gli agricoltori a maggiori incertezze di mercato e a una crescente volatilità dei prezzi. Spesso gli agricoltori lavorano in modo indipendente l’uno dall’altro e hanno scarso potere di contrattazione collettiva per difendere i propri interessi nei confronti di altre parti della catena alimentare, ad es. l'industria della trasformazione di prodotti alimentari e i rivenditori. La task force per i mercati agricoli (AMTF) istituita dal commissario Hogan ha proposto una serie di misure concrete per rafforzare la posizione degli agricoltori nella filiera alimentare.

La Commissione europea intende portare avanti i lavori al riguardo, consultando il pubblico per quanto riguarda tre ambiti relativi alla posizione degli agricoltori nella filiera alimentare: 

  • pratiche commerciali sleali
  • trasparenza del mercato e
  • cooperazione tra produttori.

I contributi ricevuti durante la consultazione confluiranno nell'opera di semplificazione e modernizzazione della PAC. Se adottate, le misure prese in considerazione durante l'iniziativa per migliorare la catena dell'approvvigionamento alimentare avranno un impatto relativamente minore sul bilancio dell'UE in quanto riguardano essenzialmente le regole di gestione della catena di approvvigionamento.

Il processo di consultazione si tradurrà in una valutazione d’impatto e integrerà il lavoro sul futuro della politica agricola comune. Per maggiori informazioni si rimanda al documento di strategia della consultazione.

Come partecipare

Le risposte vanno trasmesse attraverso il questionario online. Al fine di garantire una consultazione equa e trasparente, solo le risposte ricevute attraverso il  questionario online saranno prese in considerazione e inserite nella relazione che le sintetizza.

Al momento il questionario è disponibile solo in inglese, ma sarà disponibile in tutte le lingue ufficiali dell’UE entro il 25 agosto. I contributi possono essere redatti in una qualsiasi delle lingue ufficiali.

Tutti i contributi saranno pubblicati sul sito web della Commissione europea, nel rispetto delle norme in materia di protezione dei dati e delle restrizioni applicabili alle organizzazioni.

A fini di trasparenza la Commissione invita le organizzazioni che intendono presentare osservazioni nell'ambito di consultazioni pubbliche a trasmettere alla Commissione e al pubblico in generale informazioni da cui risulti chi e cosa rappresentano registrandosi nel registro per la trasparenza e sottoscrivendo il suo codice di condotta . I contributi pervenuti da organizzazioni che decidono di non fornire questo tipo di informazioni saranno inseriti tra quelli inviati a titolo personale conformemente alla politica dichiarata della Commissione (Requisiti minimi per le consultazioni, COM (2002) 704 , e la comunicazione sul seguito dato al Libro verde "Iniziativa europea per la trasparenza", COM(2007) 127 del 21.3.2007).

Se siete un’organizzazione registrata, indicate il vostro numero di identificazione nel registro per la trasparenza quando rispondete al questionario online. Il contributo inviatoci sarà quindi considerato rappresentativo dell'opinione dell'organizzazione.

Per le organizzazioni non ancora registrate, è possibile REGISTRARSI ORA. Una volta completata l’operazione, potete tornare su questa pagina per inviare il contributo come organizzazione registrata.

Il questionario sarà online fino al 17 novembre 2017.

Visualizzare il questionario

Contatti