Malattie gravi e croniche

Politica

Le malattie croniche durano a lungo e di solito progrediscono lentamente. Alcune, quali quelle cardiovascolari, il cancro, le malattie respiratorie croniche, il diabete e i disturbi mentali, sono fra le principali cause di mortalità.

Molte si possono prevenire intervenendo sui quattro maggiori fattori di rischio: fumo, abuso di alcol, alimentazione squilibrata e vita sedentaria. Per ottenere risultati, occorrono però azioni mirate di promozione della salute, prevenzione e diagnosi precoce.

Per affrontare con efficacia il problema delle malattie croniche è essenziale adottare un approccio integrato e orizzontale che coinvolga tutti i livelli interessati, dalle comunità ai responsabili politici.

Anche i determinanti sociali e ambientali svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle malattie croniche ed esistono disuguaglianze manifeste per quanto riguarda il peso causato da queste condizioni e l'accesso alla prevenzione e ai controlli.

Iniziative dell'UE

Per alleviare il peso rappresentato dalle malattie croniche in Europa, l'UE promuove un approccio globale al problema con i seguenti obiettivi:

Per quanto riguarda in particolare il cancro , l'UE sostiene la cooperazione attraverso un partenariato  aperto ad un'ampia gamma di portatori di interessi in tutta l'Unione.

Anche l'azione dell'UE in materia di HIV e AIDS – dopo l'introduzione di terapie retrovirali molto attive, può ssere considerata una malattia cronica – contribuisce a gestire le malattie croniche.

Coordinamento - UE e governi nazionali

Il processo di riflessione sulle malattie croniche  riunisce gli Stati membri e la Commissione per coordinare la risposta in questo settore. 

Dichiarazione dell'ONU

Nel 2011 l'Assemblea generale dell'ONU – con il sostegno dell'UE – ha adottato una dichiarazione politica sulla prevenzione e sul controllo delle malattie non trasmissibili. La dichiarazione riconosce che le malattie croniche rappresentano una sfida impegnativa per lo sviluppo nel 21° secolo e auspica che l'OMS lanci e guidi un'azione globale.