L'UE nel mondo

Organizzazioni internazionali

L'UE collabora con le organizzazioni internazionali per sviluppare, attuare e promuovere il suo programma per la salute pubblica. Esistono accordi specifici di cooperazione con:

  • l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS)
  • il Consiglio d'Europa
  • l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE).

Organizzazione mondiale della sanità (OMS) cooperazione nel campo della salute

La cooperazione tra la Commissione europea e l’OMS si basa su uno scambio di lettere iniziato nel 2001 che definisce principi generali, obiettivi e procedure, comprese periodiche riunioni di funzionari di alto livello.

Nel settembre 2015 la Commissione e l’ufficio regionale dell’OMS per l’Europa hanno rinnovato il loro impegno a lavorare insieme per assicure migliori condizioni di salute in Europa. Si sono impegnati a mantenere e ampliare la cooperazione in materia di innovazione, sicurezza sanitaria, informazione sanitaria, disuguaglianze in ambito sanitario, sistemi sanitari e malattie croniche. Nuova enfasi è stata data all’importanza della cooperazione intersettoriale per conseguire obiettivi di politica sanitaria e alle modalità pratiche per definire e attuare interventi di cooperazione.

La cooperazione avviene a 3 livelli geografici:

  • con il quartier generale dell’OMS a Ginevra su questioni di interesse globale.
  • con l’ufficio regionale dell’OMS per l’Europa (a Copenaghen) su temi europei
  • in vari paesi del mondo (a livello di cooperazione nazionale).

Nel campo delle malattie trasmissibili, anche il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) lavora in stretta collaborazione con l’OMS su una serie di aspetti. Vi sono 3 livelli di riunioni: politico, alti dirigenti e tecnico.

La Commissione partecipa in qualità di osservatore alle riunioni annuali del consiglio esecutivo dell’OMS e all’Assemblea mondiale della sanità a Ginevra, nonché alle riunioni annuali del comitato regionale dell’OMS per l’Europa. In collaborazione con il Servizio europeo per l’azione esterna (SEAE), collabora con i paesi dell’UE per elaborare dichiarazioni comuni, e negoziare testi con altri paesi. Inoltre, partecipa alle consultazioni periodiche che l’OMS organizza al fine di garantire la coerenza tra le politiche e le azioni di entrambe le parti.

Dal 2005 la Commissione collabora con l’OMS su una serie di progetti con i finanziamenti del programma dell’UE sulla sanità pubblica.

La convenzione quadro per il controllo del tabacco (FCTC) e il regolamento sanitario internazionale (RSI) sono importanti leggi sanitarie internazionali elaborate sotto gli auspici dell’OMS. La Commissione europea ha partecipato attivamente ai negoziati sulla Convenzione e il regolamento sanitario, e ne sostiene l’attuazione.

Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE) - cooperazione sanitaria

La Commissione collabora strettamente con l’OCSE nel campo della salute. L'UE e l'OCSE collaborano regolarmente coordinando anche i programmi politici e di ricerca. L'UE contribuisce in maniera significativa al bilancio dell'OCSE e fornisce sostegno ai progetti reciprocamente vantaggiosi nei settori dei conti sanitari, ossia i flussi finanziari legati al consumo di beni e servizi sanitari, degli indicatori sanitari e dell’economia della salute.

Nel 2016 le due organizzazioni hanno firmato un accordo di cooperazione sottolineando l’importanza e la natura strategica della cooperazione in materia sanitaria. tale accordo individua 3 settori prioritari a medio termine:

  • migliorare la conoscenza dei sistemi sanitari e delle loro prestazioni attraverso analisi specifiche per paese, in particolare attraverso l’iniziativa “Lo stato della salute nell’UE
  • aiutare i paesi a rendere i loro sistemi sanitari più incentrati sul paziente, mediante l’elaborazione di nuove misure delle prestazioni dei servizi sanitari omogenee e comparabili a livello internazionale
  • sviluppare la capacità di analisi economica della sanità pubblica e dei sistemi sanitari, in particolare nei settori della sanità pubblica, della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche, e dell’innovazione.

Consiglio d’Europa - cooperazione sanitaria

La cooperazione con il Consiglio d’Europa in materia di salute, rafforzata dopo che il trattato di Amsterdam (articolo 303) è entrato in vigore, ha contribuito a sviluppare con successo le relazioni bilaterali in settori di interesse comune. Questi comprendono attività di collaborazione in settori quali i prodotti farmaceutici, la qualità e la sicurezza di sangue, tessuti, cellule e organi, e la lotta contro l’abuso di droga.

Una dichiarazione congiunta sulla cooperazione e il partenariato tra il Consiglio d’Europa e la Commissione è stata firmata nel 2001.