L'UE nel mondo

La salute a livello mondiale

Poiché le malattie e le loro cause non conoscono frontiere, le questioni della salute a livello mondiale non possono essere affrontate efficacemente solo in un'ottica europea. Anche la pressione cui sono esposti i sistemi sanitari in termini di personale e risorse finanziarie per garantire un servizio di qualità a una popolazione sempre più vecchia è un fenomeno globale che impone una migliore cooperazione a livello internazionale.

Per saperne di più - Il ruolo dell’UE in relazione alla salute mondiale - sintesi 

Nazioni Unite - cooperazione in campo sanitario

L’UE ha costruito solide relazioni con le Nazioni Unite (ONU) attraverso una stretta cooperazione con il Segretariato delle Nazioni Unite e le agenzie, i fondi e programmi dell’ONU. La cooperazione riguarda sia la salute a livello mondiale che aspetti direttamente legati alla salute, compresi lo sviluppo, i diritti umani, i cambiamenti climatici, la gestione delle crisi e l’assistenza umanitaria. L’UE sostiene l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), l’autorità di riferimento sulla salute a livello mondiale nell’ambito del sistema delle Nazioni Unite.

La Commissione europea svolge un ruolo attivo nelle discussioni sulla salute globale nell’ambito del gruppo dei 20 (G20), il forum internazionale che riunisce i governi e i governatori delle banche centrali delle 20 principali economie industrializzate ed emergenti, e del gruppo dei 7 (G7) che rappresenta le 7 maggiori economie avanzate. I temi discussi comprendono:

Obiettivi di sviluppo sostenibile

I 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (OSS) approvati nel 2015 forniscono un quadro globale per le azioni da intraprendere entro il 2030.

Molti di questi obiettivi sono collegati alla salute, mentre uno si concentra specificamente su questa tematica. L’obiettivo 3 mira ad ‘assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età”. I suoi obiettivi comprendono ad esempio:

  • le malattie infettive come l’HIV/AIDS, la tubercolosi e l’epatite
  • le malattie non trasmissibili e la salute mentale
  • l’abuso di sostanze stupefacenti
  • il controllo del tabacco
  • l’accesso ai vaccini e ai farmaci
  • il finanziamento della sanità e aspetti riguardanti il personale sanitario

La Commissione europea e i paesi dell’UE condividono la responsabilità di contribuire a realizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile. La risposta della Commissione all’Agenda 2030 sugli obiettivi di sviluppo sostenibile è delineata in una comunicazione adottata nel 2016 intitolata Le prossime tappe per un futuro europeo sostenibile, accompagnata da un documento di lavoro dei servizi della Commissione. Tale risposta conmprende elementi come l’integrazione degli OSS nelle politiche e iniziative dell’UE, relazioni periodiche sui progressi compiuti, la collaborazione con le principali parti interessate e lo sviluppo di una visione a lungo termine.

Il sito web dedicato allo sviluppo sostenibile dell’UE fornisce informazioni dettagliate sul modo in cui l’UE contribuisce ad attuare l’Agenda 2030 e a conseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Salute mondiale e governance dell’UE

La politica sanitaria mondiale dell’UE, definita nel 2010, individua le principali sfide e stabilisce quattro principi guida per rafforzare la visione, il ruolo e l’azione dell’UE. Una politica sanitaria mondiale a tutto campo implica la collaborazione con tutte le altre organizzazioni e i gruppi d’interesse rilevanti, nei seguenti settori:

  • Commercio
  • Finanziamenti
  • Aiuti allo sviluppo
  • Migrazione
  • Sicurezza, cambiamenti climatici e azione in campo ambientale
  • Ricerca e innovazione.

L’UE auspica una copertura sanitaria equa, universale e di alta qualità e promuove il finanziamentob equo ed efficace della ricerca a vantaggio della salute di tutti. Inoltre, si adopera per garantire che i nuovi prodotti siano sicuri, efficaci, accessibili e abbiano prezzi abbordabili.

Il Forum sulla politica in materia di salute mondiale e la Commissione

A sostegno della sua politica sanitaria mondiale, la Commissione organizza un forum sulla politica in materia di salute mondiale che riunisce i rappresentanti di organismi internazionali, delle ONG e dell’industria. Ciò dovrebbe contribuire a rafforzare il ruolo dell’UE in questo campo, assicurando la coerenza tra le sue politiche sanitarie interne ed estere per raggiungere gli obiettivi in materia di salute a livello mondiale.

Il forum sulla politica in materia di salute mondiale è stato istituito in seguito alla comunicazione della Commissionesulla sanità mondiale del 2010 e alle successive conclusioni del Consiglio. I principali servizi della Commissione interessati sono la direzione generale (DG) Salute e sicurezza alimentare, la DG Cooperazione internazionale e sviluppo e la DG Ricerca e innovazione.