Mercato interno, industria, imprenditoria e PMI

Il concorso

Il concorso

Benvenuto alla 2a edizione del Concorso di Disegno Galileo!

/growth/file/3964_itside-small.png

Questo concorso è un’opportunità unica per dare il tuo nome a un vero satellite Galileo che sarà lanciato nello spazio!

Per partecipare al concorso, tutto quello che devi fare è disegnare la prima cosa che ti viene in mente quando pensi allo Spazio. Potrebbe trattarsi di stelle, razzi, pianeti, satelliti e perfino alieni! Sprigiona la tua fantasia e crea l’immagine che vedi quando Sogni lo Spazio.

Esprimi la tua individualità e la tua creatività! Usa tutti gli strumenti e le tecniche che ti piacciono per disegnare, dipingere o colorare, come ad esempio pennelli,  matite, pennarelli, glitter e colla. Se le tue capacità digitali sono all’altezza della sfida,  puoi anche utilizzare il computer o un’app mobile per creare un disegno 3D. La scelta della tecnica per la creazione dell’opera dipende esclusivamente da te.

Dopo aver completato il disegno, assicurati di caricarlo qui in formato JPG o PNG. Si può fare una sola volta scannerizzando l’immagine oppure semplicemente scattando una foto digitale. Non esitare a chiedere aiuto ai tuoi genitori o agli insegnanti per inviare la tua opera.

Ricordati che potrai inviare un solo disegno, perciò assicurati di scegliere il tuo preferito.

Carica la tua opera tra il 14 novembre 2019 e il 31 gennaio 2020.

Una Giuria Nazionale selezionerà il disegno vincente.

Il fortunato vincitore sarà invitato ad una cerimonia di premiazione che prevede una cerimonia di consegna del premio e una conferenza stampa organizzata a Berna . Il vincitore nazionale sarà invitato alla cerimonia insieme ad uno dei suoi genitori e riceverà il primo premio: uno dei tre satelliti Galileoporterà il suo nome! È prevista anche la consegna di un certificato e di un trofeo.

Hai i requisiti per partecipare al concorso se vivi in Croazia, Norvegia o Svizzera e sei nato/a tra il 2008 e il 2013.

Per saperne di più sui Termini e le Condizioni e i criteri di selezione, clicca qui.