Xylella fastidiosa - IT

Xylella fastidiosa - IT

Cos'è la Xylella fastidiosa?

La Xylella fastidiosa (Wells et al.) è uno dei batteri delle piante più pericolosi al mondo e provoca tutta una serie di malattie che determinano un enorme impatto economico per l'agricoltura, i giardini pubblici e l'ambiente.

Vi sono quattro sottospecie di Xylella fastidiosa segnalate di frequente in tutto il mondo - fastidiosa, pauca, multiplex e sandyi - ma sono state individuate anche altre sottospecie (ad esempio morus) e delle ricombinazioni nell’ambito della stessa o di altre sottospecie diverse. Il batterio vive sullo xilema delle piante e viene diffuso di solito da insetti vettori che si nutrono dello xilema.

I sintomi associati alla presenza della Xylella fastidiosa nelle piante variano notevolmente da infezioni latenti alla morte della pianta entro un tempo limitato, a seconda della specie vegetale ospite, del livello di inoculo batterico, della sottospecie interessata o persino delle specifiche ricombinazioni all'interno della stessa o di diverse sottospecie, nonché dalle condizioni climatiche.

Sulla base della letteratura scientifica, il batterio è stato individuato o isolato in più di 300 specie vegetali nel mondo, anche se non tutte sono sensibili alla malattia e non tutte le specie di piante sono colpite da tutte le sottospecie di Xylella fastidiosa. Nel territorio dell’Unione, varie piante coltivate di elevato valore economico (ad esempio olivi, alberi da frutta a nocciolo, come  prugne, mandorle e ciliegie) o piante ornamentali a larga diffusione (ad esempio poligala a foglie di mirto, oleandro) sono state identificate come ospiti. Molte altre specie di piante potenzialmente ospiti sono diffuse nel territorio dell’Unione. La trasmissione della malattia nell’UE avviene tramite insetti vettori come la cicala che sono diffusi in tutto il territorio dell’Unione europea. Di conseguenza, il rischio di un'ulteriore diffusione di questo organismo nocivo in altre parti dell’UE è estremamente elevato, a meno che non siano adottate misure rigorose di controllo immediatamente dopo il rilevamento di un nuovo focolaio.

Ultimi sviluppi

Normativa dell'UE

Attività ispettiva

Sostegno finanziario dell'UE

Programmi di ricerca dell'UE

Possibilità di guarire le piante infette

Il ruolo dei cittadini