Pesca

Accordi bilaterali con i paesi extra UE

Accordi bilaterali con i paesi extra UE

Accordi bilaterali con i paesi extra UE

L'UE conclude due tipi di accordi di pesca con i paesi extra UE:

  • accordi di partenariato nel settore della pesca – l'UE fornisce un sostegno tecnico e finanziario, in genere ai paesi partner meridionali, in cambio dei diritti di pesca
  • i cosiddetti "accordi nordici" – gestione congiunta degli stock comuni con Norvegia, Islanda e Isole Fær Øer.

Accordi di partenariato nel settore della pesca

EU SFPAs infographic

Gli accordi di pesca sostenibile con i paesi extra UE sono negoziati e conclusi dalla Commissione per conto dell'UE. Essi intendono consentire ai pescherecci dell'UE di pescare gli stock eccedenti nelle zone economiche esclusive (ZEE) di tali paesi, in condizioni regolamentate.

Gli accordi sulla pesca del tonno consentono ai pescherecci dell'UE di inseguire i branchi di tonno lungo le coste africane e attraverso l'Oceano Indiano.

Gli accordi misti permettono l'accesso ad un'ampia gamma di risorse ittiche nella zona economica esclusiva del paese partner.

Questi accordi sono inoltre incentrati sulla conservazione delle risorse e sulla sostenibilità ambientale, al fine di garantire che tutti i pescherecci dell'UE siano soggetti alle stesse norme sui controlli e la trasparenza.

Come contropartita, l'UE versa ai paesi partner un contributo finanziario che si compone di due elementi distinti:

  • diritti di accesso alle ZEE
  • sostegno finanziario "settoriale".

Il sostegno settoriale ha l'obiettivo di promuovere lo sviluppo di una pesca sostenibile nei paesi partner, rafforzandone la capacità amministrativa e scientifica attraverso una maggiore attenzione alla gestione sostenibile della pesca e ai sistemi di monitoraggio, controllo e sorveglianza.

La riforma della politica comune della pesca e gli accordi

Parte della riforma della politica della pesca dell'UE è finalizzata a:

  • migliorare le conoscenze scientifiche sulle quali si basano i diritti di pesca concessi nel quadro degli accordi e fornire maggiori informazioni sullo sforzo di pesca globale messo in atto nelle acque del paese partner
  • rafforzare la governance degli accordi, includendo una clausola sulla tutela dei diritti umani ed aumentare gradualmente il contributo degli armatori dell'UE ai costi di accesso alle risorse
  • promuovere in modo più efficace la pesca sostenibile nelle acque dei paesi partner attraverso un sostegno settoriale da parte dell'UE più mirato e soggetto a valutazioni periodiche.


Accordi nordici

Le attività di pesca dell'UE nel Mare del Nord e nell'Atlantico nordorientale sono strettamente collegate a quelle dei paesi limitrofi (Norvegia, Islanda e Isole Fær Øer). Poiché molti degli stock migrano attraverso le frontiere e sono quindi considerati una risorsa comune, ai quattro partner conviene coordinare le loro attività, soprattutto perché le rispettive flotte non sono necessariamente interessate agli stessi stock.

Molti stock vengono gestiti in maniera congiunta ed è previsto lo scambio dei contingenti per evitare sprechi. Per alcune risorse si applica la Convenzione intergovernativa sulla pesca nell'Atlantico nordorientale, mentre per altre valgono gli accordi tra Stati costieri.

Si tratta di accordi molto importanti per gran parte della flotta dell'UE, in particolare l'accordo con la Norvegia, che riguarda contingenti di valore superiore a due miliardi di euro.

Elenco degli accordi di pesca

Paese Data di scadenza Tipo Contributo annuo dell'UE Stanziamenti per lo sviluppo della politica della pesca

 

Cape Verde 22.12.2018 Tuna 550 000 €/ 500 000 € 275 000 €/ 250 000 €
Comoros Protocol expired on 31.12.2016
Cook Islands 13.10.2020 Tuna 385 000 / 350 000 € 350 000 €
Côte d'Ivoire 30.6.2018 Tuna 680 000 € 257 500 €
Gabon Protocol expired on 23.7.2016
Greenland 31.12.2020 Mixed 16 099 978 € 2 931 000 €
Guinea- Bissau 23.11.2017 Mixed   9 200 000 € 3 000 000 € 
Kiribati No protocol in force since 16.09.2015
Liberia 8.12.2020 Tuna 715 000 €/ 650 000 €/ 585 000 357 500/ 325 000/ 292 500
Madagascar 31.12.2018 Tuna 1 566 250/
1 487 500 €
700 000 €
 Mauritania 15.11.2019 Mixed 59 125 000 € 4 125 000 €
Mauritius Protocol expired on 27.1.2017 
Micronesia   No protocol in force since 25.2.2010
Morocco 27.2.2018 Mixed 30 million € 14 million €
Mozambique Protocol expired on 31 January 2015
São Tomé and Principe 22.5.2018 Tuna 710 000/
675 000 €
325 000 €
Senegal 19.11.2019 Tuna (+ hake component)  1 808 000/
1 668 000 € 
750 000 €
Seychelles 17.1.2020 Tuna

5 350 000 € in 2014
To 5 000 000 in 2019

2 600 000 €
Solomon Islands No protocol in force since 9.10.2012

Northern agreements

Country Period
Faeroe Islands 2006 - 2012
Norway 2009 - 2015