Pesca

Tecnologie di controllo

Tecnologie di controllo

Tecnologie di controllo

Il sistema UE di controlli sulla pesca

Il sistema UE di controlli sulla pesca fa uso di tecnologie d'avanguardia per garantire un monitoraggio efficiente delle flotte di pescherecci. Queste tecnologie migliorano la qualità dei dati sulla pesca e consentono di effettuare controlli incrociati delle informazioni provenienti da fonti diverse.

Sistema di registrazione e trasmissione elettronica dei dati (ERS)

Questo sistema serve a registrare i dati sulle attività di pesca (catture, sbarchi, vendita, ecc.) e trasmetterli alle autorità competenti negli Stati membri. È obbligatorio per i pescherecci di lunghezza superiore a 15 m (e dal 1° gennaio 2012 per quelli al di sopra di 12 m). Sostituisce i documenti cartacei ed è ormai noto come giornale di bordo elettronico. Inoltre, sostituisce anche le distinte di vendita.

Per saperne di più

Sistema di controllo dei pescherecci (VMS)

Si tratta di un sistema satellitare che fornisce periodicamente alle autorità responsabili della pesca dati riguardo alla posizione, alla rotta e alla velocità dei pescherecci. È obbligatorio per i pescherecci di lunghezza superiore a 15 m (e dal 1° gennaio 2012 per quelli al di sopra di 12 m). I pescherecci extra-UE di queste dimensioni sono tenuti ad avere a bordo un sistema di localizzazione via satellite quando navigano nelle acque dell'Unione.

Per saperne di più

 

Queste nuove tecnologie sono essenziali per garantire un efficace monitoraggio delle flotte e semplificare la gestione dei dati sulla pesca, migliorandone la qualità e l'attendibilità.

Sistema di rilevamento dei pescherecci (VDS)

L'UE promuove inoltre la diffusione del sistema di rilevamento dei pescherecci, che consente, mediante immagini satellitari delle zone marine, di localizzare e identificare i pescherecci in mare. In base alla legislazione europea (regolamento 1224/2009), le autorità preposte al controllo della pesca devono disporre delle competenze tecniche per l'utilizzo del sistema VDS.

La funzione di base del sistema VDS è consentire l'identificazione dei pescherecci e il rilevamento della loro posizione in mare.

Sistema di identificazione automatica (AIS)

L'AIS è un sistema di identificazione e controllo indipendente e costante dei pescherecci per la sicurezza in mare, che consente a questi ultimi di scambiare per via elettronica con altre imbarcazioni vicine e con le autorità sulla costa dati di identificazione e altre informazioni riguardanti la posizione, la rotta e la velocità del peschereccio.

In futuro, tutti i pescherecci dell'UE dovranno essere dotati del trasmettitore AIS:

  • a partire dal 31 maggio 2012: tutti i pescherecci di lunghezza superiore a 24 m
  • a partire dal 31 maggio 2013: tutti i pescherecci di lunghezza superiore a 18 m
  • a partire dal 31 maggio 2014: tutti i pescherecci di lunghezza superiore a 15 m.

I paesi membri utilizzano i dati AIS per le operazioni di controllo e monitoraggio.

Monitoraggio intregrato

Le moderne tecnologie di controllo della pesca non sostituiscono i metodi tradizionali di vigilanza, come le ispezioni a bordo o al momento dello sbarco. Tuttavia, se impiegate correttamente, permettono di gestire in maniera più mirata le operazioni, con conseguente riduzione dei costi e aumento dell'efficacia. Effettuando controlli incrociati dei dati raccolti con i diversi sistemi, le autorità competenti possono applicare strategie di controllo basate sul rischio e individuare le attività illecite che passerebbero altrimenti inosservate. Un impiego adeguato ed efficiente delle tecnologie moderne riduce in maniera significativa il costo complessivo delle operazioni di controllo e vigilanza.

European Commission supports FOCUS

The FOCUS (Fisheries Open Source Community Software) community has been established with the purpose to create and maintain free software dedicated to the management, conservation and sustainable use of the fishery resources.

FOCUS Vision is to be the global reference innovative open source solutions for sustainable fisheries management. The community accepts donations of open source initiatives that support this vision. The accepted donations future development will be managed by FOCUS and published under a free open source licence. As FOCUS believes that information sharing is a pillar of the platform needed to perform efficient fisheries management, a strategic partnership with UN/CEFACT has been established to support the FLUX Standard for sustainable fisheries management. In reality the FOCUS suite aims at implementing the FLUX standards.

All deliverables from the FOCUS projects will be made available under an open-source licence and are free to download, change and use. We hope that any beneficiaries of FOCUS also will be giving something back to the community but this is voluntary.

FOCUS welcomes all organisations and individuals that want to contribute to the success of FOCUS. Please visit www.focus.fish to read more.

As a member of the FOCUS Community Board, the Directorate-General for Maritime Affairs and Fisheries (DG MARE) supports FOCUS effort with expertise, knowledge and resources.

FLUX Transportation Layer and Protocol

The FLUX Transportation Layer (FLUX TL) is a messaging integration system developed to help Member States and third parties exchange fisheries control information among themselves and the Commission in implementing fisheries control.  Similarly, third parties (SFPAs, RFMOs) will need to use FLUX TL to exchange information with EU countries. FLUX TL uses a new standard (UN/CEFACT) that has become the format to exchange electronic fisheries information and data between Member States, Member States and the Commission, or Member States and RFMOs and SFPAs.

The FLUX transportation Protocol is a mechanism describing how to reliably deliver the messages to their destination and without human intervention. It uses state-of-the-art technologies (SOAP Web Services) to guarantee interoperability. The FLUX Protocol is defined in the following two documents:

Legislazione e documenti ufficiali

Corrigendum to Commission Implementing Regulation (EU) No 404/2011 of 8 April 2011 laying down detailed rules for the implementation of Council Regulation (EC) No 1224/2009 establishing a Community control system for ensuring compliance with the rules of the Common Fisheries Policy

COMMISSION IMPLEMENTING REGULATION (EU) No 404/2011
of 8 April 2011 laying down detailed rules for the implementation of Council Regulation (EC) No 1224/2009 establishing a Community control system for ensuring compliance with the rules of the Common Fisheries Policy

Council Regulation (EC) No 1224/2009 of 20 November 2009 establishing a Community control system for ensuring compliance with the rules of the common fisheries policy, amending Regulations (EC) No 847/96, (EC) No 2371/2002, (EC) No 811/2004, (EC) No 768/2005, (EC) No 2115/2005, (EC) No 2166/2005, (EC) No 388/2006, (EC) No 509/2007, (EC) No 676/2007, (EC) No 1098/2007, (EC) No 1300/2008, (EC) No 1342/2008 and repealing Regulations (EEC) No 2847/93, (EC) No 1627/94 and (EC) No 1966/2006

Vessel Monitoring System (VMS) - Data exchange - Specific privacy statement

Electronic Recording and Reporting System (ERS) - Data exchange - Specific privacy statement