• Eventi

Notizie


Benvenuti nella sezione Notizie. Facendo clic sul menu a sinistra puoi consultare gli articoli più recenti su impieghi e mobilità e le Newsletter EURES & you. In basso trovi i titoli dei nostri articoli più recenti.

I ricercatori riflettono su come cambierà il mondo dopo la pandemia di Covid-19, tuttavia gran parte di essi concorda sul fatto che i luoghi di lavoro non saranno gli stessi di prima. Ecco otto competenze che prevediamo saranno essenziali per i lavoratori e le imprese in un mondo post-coronavirus.
Picture

Leadership

La diffusione del coronavirus sembra in fase di rallentamento, eppure il lavoro a distanza sta crescendo in termini di popolarità. Poiché più uffici consentono ai loro dipendenti di lavorare da casa, sta diventando essenziale possedere buone capacità di leadership. I team leader e i dirigenti devono essere in grado di ispirare e motivare i propri colleghi e di incoraggiare la collaborazione a distanza. Inoltre, con la crescita della «gig economy», le équipe stanno diventando più flessibili perché richiedono spirito di iniziativa e proattività di tutte le parti.

 

Intelligenza emotiva

L’intelligenza emotiva è la capacità di comprendere e di essere consapevoli delle proprie emozioni e di quelle altrui. Si compone di diversi aspetti: consapevolezza, percezione e regolazione delle emozioni, ma fondamentalmente ha a che fare con la guida tramite l’empatia, l’influenza e la collaborazione. Il mondo post-Covid-19 può essere pieno di incertezze e sfide, quindi le aziende avranno bisogno di leader dotati di intelligenza emotiva per aiutare i lavoratori ad attraversare questi tempi difficili.

 

Competenze tecnologiche

È acclarato che le tecnologie come la robotica, la realtà aumentata, l’Internet delle cose (Internet of things) e l’intelligenza artificiale possono aiutare le aziende a diventare più resilienti a future pandemie. Chi è in grado di aiutare le aziende a sfruttare queste tecnologie sarà indispensabile in futuro. Dalle fabbriche agli studi legali, il mercato del lavoro richiederà sempre più lavoratori provvisti di adeguate competenze tecnologiche.

 

Competenze digitali e in materia di coding

La crisi da Covid-19 ci ha mostrato che le imprese con una forte presenza digitale sono meno vulnerabili alle recessioni economiche e alle pandemie. Di conseguenza, coloro che vantano competenze nel campo del marketing digitale, dello sviluppo di siti web, della progettazione degli stessi e del coding possono fornire un contributo inestimabile nell’aiutare le imprese a restare a galla in periodi di difficoltà. Con un numero crescente di imprese che si spostano sul digitale, le opportunità di mettere a frutto le competenze digitali sono innumerevoli.

 

Adattabilità

Il periodo di blocco ha comportato numerosi cambiamenti inattesi nella nostra vita. Il modo di lavorare senza dubbio cambierà e i lavoratori che sanno adattarsi rapidamente ai cambiamenti saranno di grande valore per i propri datori di lavoro. L’adattabilità non implica solo accogliere i cambiamenti a livello delle proprie mansioni lavorative, significa anche acquisire costantemente nuove competenze e aggiornare quelle vecchie per rimanere nel mercato del lavoro.

 

Creatività e innovazione

Abbiamo constatato l’importanza della creatività e dell’innovazione durante la pandemia di coronavirus. Le imprese che sono state in grado di escogitare soluzioni per fornire servizi online o di variare rapidamente la produzione hanno rappresentato dei modelli di riferimento per molti. In un mondo post-coronavirus, la creatività dell’uomo sarà essenziale.

 

Alfabetizzazione dei dati

Le aziende che comprendono le tendenze commerciali sono in grado di rispondere meglio a situazioni impreviste. A tal fine le imprese hanno bisogno di professionisti con competenze in alfabetizzazione dei dati che siano in grado di interpretare le informazioni e suggerire le soluzioni conseguenti. Per questa ragione, le persone con un’alfabetizzazione dei dati avranno più valore che mai per i datori di lavoro.

 

Pensiero critico

Con le notizie false (fake news) e la disinformazione che inonda Internet, le imprese dovranno affidarsi al pensiero critico per prendere decisioni informate. L’alfabetizzazione mediatica e la capacità di valutare in modo obiettivo le informazioni provenienti da fonti diverse saranno molto richieste.

 

Leggi questo articolo sul modo in cui sei imprese europee hanno utilizzato alcune delle competenze di cui sopra per sopravvivere alla crisi e progredire.

 

Link correlati:

Come le imprese si stanno adattando alla crisi e si stanno preparando per il futuro dopo la Covid-19
 

Per saperne di più:

Giornate europee del lavoro

Drop’pin@EURES

Trova consulenti EURES

Vita e lavoro nei paesi EURES

Banca dati delle offerte di impiego EURES

Servizi EURES per i datori di lavoro

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

 

Clausola di esclusione della responsabilità: si prega di notare che né EURES né la Commissione europea si assumono responsabilità per il contenuto dei siti web di terze parti sopra citati.

30/06/2020