Articoli


Partenariato EURES tra Ungheria e Austria aiuta le startup

Il modo in cui lavoriamo sta cambiando: molte occupazioni tradizionali cedono il passo a nuove tecnologie e sono sempre più numerose le imprese che all’assunzione preferiscono le collaborazioni. Consapevole di questa nuova tendenza, anche EURES sta adeguando il modo in cui aiuta le persone in cerca di lavoro.
Picture

In Ungheria e in Austria, il partenariato transfrontaliero EURES Pannonia (EURES-T Pannonia) sta rispondendo a questa realtà in evoluzione cercando nuove soluzioni per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, anche attraverso il lavoro autonomo. “Considerando la situazione attuale, abbiamo deciso di iniziare a fornire un’assistenza che va oltre la tradizionale formazione incentrata sul dipendente”, osserva il consulente EURES Gábor Balabán. “Che si tratti di avviare una startup, lavorare come freelance o iniziare un rapporto in franchising, EURES-T Pannonia vuole fornire a chi è in cerca di lavoro ed è interessato a mettersi in proprio le competenze e la formazione necessarie per farlo.”

 

Gli strumenti per il lavoro autonomo

 

Pur essendo un programma pilota, l’iniziativa offre già soluzioni pratiche per aiutare le persone a realizzare i propri obiettivi. “Abbiamo lanciato il programma solo quest’anno – commenta Balabán – perciò molti aspetti sono ancora in via di definizione, ma abbiamo già messo insieme una serie di strumenti per la formazione e l’acquisizione di competenze che permette a chi vuole lavorare in proprio di non dover fare tutto da solo.”

 

La formazione riguarda tutto quello che va dalle conoscenze indispensabili per avviare un’impresa, ad esempio il quadro giuridico e normativo, a quelle fondamentali per gestirla, ad esempio come sopravvivere agli adempimenti fiscali.

 

Un’opportunità vantaggiosa per tutti

 

La regione transfrontaliera è ideale per lanciare un programma pilota così ambizioso. Grazie alla mobilità sociale, una startup ungherese può facilmente produrre in Ungheria e vendere in Austria. In altre parole, con le competenze giuste, una startup situata nella regione transfrontaliera ha accesso a un mercato internazionale vastissimo.

 

Per molti ungheresi che attualmente vivono e lavorano in Austria, il programma offre anche un’opportunità per rientrare nel proprio paese. “Con la formazione giusta – spiega Balabán – questi lavoratori possono tornare in Ungheria, avviare una propria attività e beneficiare magari di un tenore di vita più alto. Inoltre, le loro imprese creano nuovi posti di lavoro per altri ungheresi disoccupati: si tratta quindi di un’opportunità davvero vantaggiosa per tutti.”

 

I partenariati transfrontalieri EURES

 

I partenariati transfrontalieri EURES sono situati in aree con livelli di pendolarismo transfrontaliero elevati. Il loro scopo principale è fornire indicazioni e consigli specifici sulla mobilità del lavoro a lavoratori che vivono in un paese e lavorano in un altro. Questi partenariati transfrontalieri riuniscono servizi pubblici per l’impiego e servizi di formazione professionale, datori di lavoro, organizzazioni sindacali, autorità locali e istituzioni che operano nel settore dell’occupazione e della formazione professionale, aiutando le organizzazioni a ottenere risultati migliori attraverso la collaborazione.  

 

Link correlati

 

EURES-T Pannonia

 

Vita e lavoro: Ungheria

 

Vita e lavoro: Austria

 

 

Per saperne di più

Trova un consulente EURES

Vita e lavoro nei paesi EURES

Banca dati EURES delle offerte di impiego

Servizi EURES per i datori di lavoro

 

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

EURES su Google+

Clausola di esclusione della responsabilità: si prega di notare che né EURES né la Commissione europea si assumono responsabilità per il contenuto dei siti web di terze parti sopra citati.

04/04/2017

<< Torna all'elenco degli articoli
 
clausola di limitazione di responsabilità

Gli articoli pubblicati nella sezione "Il punto su…" sono intesi a fornire agli utenti del portale EURES informazioni sulle attuali tematiche e tendenze nonché a stimolare il dibattito e la discussione. Il loro contenuto non rispecchia necessariamente le opinioni della Commissione europea.