Articoli


Come posso trasformare il mio tirocinio in un lavoro a tempo pieno?

Un tirocinio non è solo una valida occasione per sviluppare competenze ed esperienza, ma può aprire le porte alla tua carriera futura. Se vuoi sfruttare al massimo questa opportunità, ecco otto suggerimenti che potrebbero aiutarti a trasformare questo tirocinio in un lavoro a tempo pieno.
Picture

Sono molti i vantaggi legati a un tirocinio o a un apprendistato, ma se speri che da un’attività di questo tipo possa scaturire un rapporto di lavoro a tempo pieno con il datore di lavoro, devi iniziare a pensare come un lavoratore dipendente.

 

Stabilisci obiettivi chiari

Quando ti candidi per un tirocinio, ti prefiggi obiettivi personali e professionali. Ma vale anche la pena stabilire alcuni obiettivi in base alle esigenze dell’azienda. Quindi, già durante le prime conversazioni con il tuo supervisore, non esitare a chiedere esattamente cosa si aspetta da te e raggruppa queste informazioni in una sorta di «elenco di cose da fare» durante la tua permanenza. Con obiettivi chiari potrai concentrarti per raggiungerli e una volta conseguiti avrai un elenco di risultati con cui impressionare il tuo capo al termine della tua esperienza lavorativa.

 

Pensa alle esigenze dei tuoi datori di lavoro

Sì, stai facendo un tirocinio per promuovere la tua carriera, ma di cosa hanno bisogno i tuoi datori di lavoro? A cosa aspirano i tuoi dirigenti e perché hanno quel modo di lavorare? Se riesci a capire cosa significa «successo» per le persone che ricoprono i ruoli più importanti dell’organizzazione e ad allineare la tua idea di lavoro con i loro obiettivi aziendali, farai molta strada.

 

Sii pronto a svolgere mansioni subalterne

Anche se è importante guardare il quadro generale e pensare a dove puoi aggiungere valore, ci sarà sempre un lavoro di basso profilo da svolgere. E, come tirocinante, è molto probabile che ti venga chiesto di farlo! Ma se riesci a dimostrare di poter svolgere per bene questo tipo di lavoro, ti procurerai una buona reputazione. Se riuscirai a portare a termine con entusiasmo e cura anche i compiti più semplici, in futuro godrai probabilmente della giusta fiducia per ottenere un lavoro più interessante.

 

Sforzati di adattarti

Cosa indossano le persone in ufficio? Quando parlano tra loro, lo fanno in modo piuttosto formale o informale? Dopo quanto tempo una pausa caffè è considerata troppo lunga? Ogni ufficio ha la sua cultura, ma se riesci a capire quali sono le regole non scritte, e a seguirle, comincerai ad adattarti. E quanto più facile sarà l’inserimento, tanto più è probabile che le persone finiranno per considerarti un collega piuttosto che un «tirocinante».

 

Dì loro che vorresti rimanere

Non è sempre scontato che una persona che svolge un tirocinio voglia continuare a lavorare a tempo pieno. Quindi, fallo sapere! Quando parli con il tuo supervisore, cerca di essere sincero sul fatto che consideri quel tirocinio come l’inizio di una lunga relazione e chiedi cosa puoi fare per sfruttarlo al meglio. Potrebbe sorprenderti spiegandoti meglio i loro piani a lungo termine e come potresti inserirti.

 

Cerca di avere un buono spirito di osservazione e aiuta gli altri

Il tuo collega si occupa sempre dell’archiviazione quando potrebbe svolgere un lavoro più importante? Perché non ti offri per occupartene tu? Se sei abbastanza attento da notare dove potresti semplificare la vita di qualcun altro assumendo una piccola quantità di lavoro amministrativo - e se lo fai bene - si ricorderanno di te. Caratteristiche come l’empatia e la gentilezza potrebbero non comparire nella maggior parte delle descrizioni dei profili ricercati, ma sono apprezzate nell’ambiente di lavoro. 

 

Fai domande... in modo appropriato

Non dubitare a porre domande sul lavoro delle persone, soprattutto se sanno che vuoi capire meglio l’industria o il settore in cui operi. Ma assicurati di «capire la situazione». Non interrompere il lavoro o le riunioni ma trova un momento in cui le persone non sono troppo occupate e chiedi sempre se per loro è il momento giusto per parlare. E a tal fine...

 

Mostra il tuo apprezzamento

Ringrazia sempre le persone per averti dedicato il loro tempo, soprattutto se hanno preso una pausa dal lavoro per offrirti consigli o informazioni. Al termine del tirocinio, potresti anche lasciare ai tuoi datori di lavoro un biglietto o una nota per ringraziarli dell’esperienza... e per ricordare loro i tuoi recapiti in caso di opportunità di lavoro a tempo pieno.

 

Per saperne di più:

Giornate europee del lavoro

Drop’pin@EURES

Trova un consulente EURES

Vita e lavoro nei paesi EURES

Portale EURES

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

 

Clausola di esclusione della responsabilità: si prega di notare che né EURES né la Commissione europea si assumono responsabilità per il contenuto dei siti web di terze parti sopra citati.

23/07/2018

<< Torna all'elenco degli articoli
 
clausola di limitazione di responsabilità

Gli articoli pubblicati nella sezione "Il punto su…" sono intesi a fornire agli utenti del portale EURES informazioni sulle attuali tematiche e tendenze nonché a stimolare il dibattito e la discussione. Il loro contenuto non rispecchia necessariamente le opinioni della Commissione europea.