Articoli


Un’azienda tedesca copre 400 posti di lavoro vacanti in 5 anni con la collaborazione di EURES

Una società di reclutamento bavarese per il settore edilizio ha collocato dal 2013 oltre 400 candidati in piccole imprese tedesche.
Picture

Il 19 febbraio 2018, una società specializzata nel reclutamento di personale ha festeggiato una doppia pietra miliare, avendo collocato 400 lavoratori spagnoli in posti di lavoro qualificati in tutta la Germania nell’arco di cinque anni.

POD (People of Diversity) GmbH collabora con EURES e le piccole imprese per reperire, selezionare e integrare persone spagnole in cerca di lavoro in posizioni in ambito edilizio in Germania. Considerando che l’azienda ora recluta dozzine di candidati ogni mese, è difficile credere che tutto sia iniziato con una semplice conversazione di dieci minuti.

«Nell’autunno 2012 sono entrato in un’agenzia di collocamento di Valencia e ho chiesto di parlare con il rappresentante EURES» spiega Stephan Behringer, responsabile della gestione di POD. «Ho descritto le nostre esigenze e mi hanno parlato del processo di pubblicazione dei posti vacanti sul portale attraverso il mio ufficio EURES locale in Germania. Mi hanno anche messo in contatto con le filiali regionali spagnole di EURES che ci aiutano a pubblicizzare le nostre offerte di lavoro nei centri per l’impiego locali di tutto il paese».

L’anno successivo, nel mese di febbraio, POD è riuscita a collocare con successo il suo primissimo lavoratore EURES, segnando l’inizio del coinvolgimento a lungo termine dell’azienda nella rete. Stephan lo ricorda bene:

«Quando Carlos ci ha contattato, era disoccupato e desideroso di trovare un lavoro permanente. Spostarsi in Germania ha rappresentato per lui un grande passo, perché non era mai stato prima d’allora all’estero e men che meno aveva lavorato in un altro paese. Così, come per tutti i nostri candidati, la preparazione linguistica e culturale si è rivelata essenziale. Dopo averla completata era pronto per iniziare a lavorare come idraulico in una piccola azienda a conduzione familiare».

POD deve il suo successo alle attività di formazione che offre e che permettono ai candidati di affrontare questa transizione. Prima che ogni candidato metta piede in Germania, deve completare un corso intensivo di lingua e cultura. Nella preparazione dei candidati, Stephan sottolinea la necessità di attenuare le paure naturali legate al trasferimento all’estero. Per fare ciò, il suo team ha realizzato guide esaustive sotto forma di filmati, in cui i beneficiari spiegano la loro esperienza diretta nell’imparare una nuova lingua, prendere familiarità con le normative tedesche, trovare alloggio e così via.

«Il nostro approccio è quello di mostrare ai candidati in che modo persone come loro si sono adattate alla vita in Germania e sono riuscite ad avere successo nella loro carriera. Non appena capiscono che loro coetanei ci sono riusciti, si rendono conto di potercela fare anche loro. Accolgo con particolare favore i recenti cambiamenti apportati a EURES, che permettono di utilizzare per questa formazione alcuni finanziamenti messi a disposizione da alcuni regimi specifici».

Inoltre, la preparazione linguistica e culturale dei partecipanti non è mai generica. POD lavora a stretto contatto con i partner per la formazione di tutta la Spagna, come Ellen Braun dell’Accademia linguistica ELCLA di Pego, vicino ad Alicante.

«Forniamo una preparazione culturale e linguistica intensiva di 3 mesi per molti candidati di POD», sostiene Ellen. «La formazione deve essere adattata alle esigenze di ogni persona. I colleghi di POD mi informano sempre sulla posizione di ciascun candidato, sul relativo livello linguistico e così via, e incentriamo il corso su queste specifiche esigenze. Per di più, molti candidati sono giovani, quindi gestiamo il centro un po’ come un centro di collocamento. Rimangono con noi per tre mesi e chiediamo loro di essere puntuali e di portare a termine molti compiti. Questo permette loro di acquisire la giusta mentalità per lavorare in Germania».

Naturalmente, si tratta anche di un ugrande impegno per i datori di lavoro quando assumono lavoratori dall’estero. Il team di POD attribuisce particolare importanza alla collaborazione con i suoi clienti (soprattutto piccole imprese e imprese a conduzione familiare) per permettere loro di trarre il meglio da EURES e fare in modo che comprendano i loro ruoli e le loro responsabilità.

«I nostri clienti sono ben consapevoli del fatto che non forniamo loro lavoratori temporanei. Li informiamo che generalmente ci vuole circa un anno per formare una persona al livello richiesto, e circa la stessa quantità di tempo prima che i candidati siano completamente fluenti in tedesco. Sono felici di essere coinvolti, perché sanno che è probabile che il lavoratore rimanga con loro per molti anni. Si tratta per loro di un investimento a lungo termine».

POD non ha avuto difficoltà a trovare datori di lavoro disposti a offrire posti di lavoro di alta qualità con la formazione e il sostegno ai candidati EURES. Molti di coloro che si avvicinano all’azienda hanno recentemente vinto appalti edilizi associati a grandi progetti di costruzione o restauro. Ciò significa che devono espandersi in breve tempo.

«In Germania sono pochissimi i giovani che hanno acquisito le competenze o vogliono candidarsi per un impiego in un settore legato all’edilizia come nell’ambito degli impianti idraulici, di riscaldamento, elettrici, di condizionamento dell’aria e così via. Si tratta di posti di lavoro importanti e che stanno diventando sempre più qualificati a causa dei cambiamenti tecnologici. Utilizzando la rete che abbiamo costruito attraverso EURES, i nostri clienti ora possono contare su una costante offerta di candidati qualificati che cercano di specializzarsi nel settore d’interesse di un datore di lavoro per molti anni».

Questo vale certamente per Jose Antonio, un idraulico che il team POD crede possa benissimo essere il loro 400esimo assunto (è difficile essere precisi, visto che più persone iniziano a lavorare contemporaneamente).

«In Spagna c’è molta disoccupazione e i salari sono bassi», spiega. «Così ho cercato e trovato online un lavoro come idraulico in Germania attraverso il portale EURES…Certo, sono nervoso, ma è un’opportunità molto buona e permanente nonché l’occasione per me di imparare una nuova lingua in un nuovo paese».

Come era successo per Carlos, 399 candidati prima di lui, Jose Antonio non parlava tedesco prima di accedere a EURES e, da persona attualmente disoccupata, è molto grato per il sostegno finanziario e pratico che ha ricevuto.

Il successo di POD pone ora un dilemma per Stephan e i suoi colleghi. Come muoversi in futuro? L’impresa sta valutando se estendere le sue operazioni di reclutamento in altri paesi EURES o se continuare a concentrarsi esclusivamente sulla Spagna.

«Abbiamo pensato di espandere i nostri servizi nell’Europa orientale, ma dovremmo ricominciare da capo in ogni paese. A conti fatti, abbiamo invece deciso di ampliare le nostre attività in Spagna, visto che ora abbiamo una rete così ampia. Ciò significa aumentare ulteriormente la nostra portata regionale e ampliare la varietà dei profili che assumiamo. Ad esempio, oltre ai posti di lavoro nel settore edilizio, che continueranno ad essere il nostro obiettivo principale, ora stiamo collaborando con i datori di lavoro per reperire diversi professionisti – ad esempio meccanici, ingegneri e altri professionisti del mondo accademico".

POD sta inoltre sperimentando una più ampia varietà di opportunità offerte da EURES. L’azienda pubblica già posti di lavoro sul portale EURES attraverso l’ufficio locale di EURES e trova candidati con il sostegno del progetto «Il tuo primo lavoro EURES» (YfEJ). Tuttavia, Stephan ha appena sentito parlare del nuovo programma Reactivate e ha recentemente iniziato a fare domanda anche per questo. Reactivate fornisce opportunità di carriera EURES nei paesi partecipanti ai candidati di età superiore a 35 anni.

Per ora l’azienda festeggia, avendo superato le 400 assunzioni EURES dopo quasi cinque anni dal giorno in cui Carlos ha timbrato il cartellino per il suo primo turno in una piccola azienda idraulica del Palatinato il 19 febbraio 2013.

Stephan Behringer desidera ringraziare i seguenti colleghi di EURES Germania ed EURES Spagna, che hanno sostenuto POD nel reclutamento dei candidati: Rita Mager e Marina Weigand,(EURES Germania/Agentur für Arbeit Würzburg); Carlos Palomo (Malaga); Diego Moliner e Julia Roca (Valencia); Carlos Pastor (Alicante), Isabel Garcia (Castellón); Rosario Sanmartín Alcaraz (Murcia); Yolanda Delgado Lazaro e Francisca Fuentes (Madrid); Cesar Martin e Araceli Carillo Urena (Siviglia); Jesús Caparrós Martín (Almeria); Arnau Soy Massoni (Girona); José Luis Gredilla Illera (Barcellona); Dionisio Manuel Acebal Minano (Albacete).

 

Link correlati:

Sito web di PODwww.pod-personalberatung.de

Canale YouTube di POD: www.youtube.com/user/PODpersonalberatung

Accademia linguistica ELCLA www.elcla.es

 

Per saperne di più:

Trova un consulente EURES

Condizioni di vita e di lavoro nei paesi EURES

Banca dati delle offerte di impiego EURES

Servizi EURES per i datori di lavoro

Calendario degli eventi EURES

Prossimi eventi online

EURES su Facebook

EURES su Twitter

EURES su LinkedIn

 

Clausola di esclusione della responsabilità: si prega di notare che né EURES né la Commissione europea si assumono responsabilità per il contenuto dei siti web di terze parti sopra citati.

13/02/2018

<< Torna all'elenco degli articoli
 
clausola di limitazione di responsabilità

Gli articoli pubblicati nella sezione "Il punto su…" sono intesi a fornire agli utenti del portale EURES informazioni sulle attuali tematiche e tendenze nonché a stimolare il dibattito e la discussione. Il loro contenuto non rispecchia necessariamente le opinioni della Commissione europea.