Il punto su...

Un consulente olandese trova lavoro in Polonia nonostante l’età

All’età di 59 anni, Henk Marrink non riusciva a trovare un impiego adatto nel suo paese d’origine, i Paesi Bassi. Così, ha deciso di sondare le opportunità all’estero e, con l’aiuto del suo consulente EURES, è riuscito a ottenere un posto di addetto senior a finanza e contabilità a Cracovia, in Polonia.

“Ero disoccupato da circa due anni e mezzo e avevo capito di non aver alcuna possibilità di trovare un impiego nei Paesi Bassi. Ero troppo qualificato o troppo vecchio”, racconta Henk. “Quest’anno compio 60 anni e per i lavoratori più anziani è molto difficile trovare lavoro nei Paesi Bassi, soprattutto se ci sono anche giovani in cerca d’impiego”.

Con l’aiuto del suo consulente EURES, Barbara Gorter-Zahuta, Henk si è candidato per diversi posti di lavoro in Regno Unito (Scozia), Irlanda, Bulgaria e Polonia.
 
La svolta è arrivata quando Barbara ha comunicato a Henk che la società di consulenza Capgemini stava cercando personale in Polonia.

“Sapevo che avrebbe trovato interessante lavorare in Polonia perché aveva già presentato una domanda per un altro impiego presso la sede di Danzica del gruppo chimico industriale finlandese Kemira. Inoltre, mi aveva detto di amare la Polonia e che gli sarebbe piaciuto trasferirvisi. Poiché risultavano alcune offerte d’impiego a Cracovia presso Capgemini, gli ho proposto di candidarsi”, racconta Barbara.

Henk si è dimostrato molto entusiasta della proposta e Barbara ha inoltrato il suo CV all’azienda mettendoci una buona parola. Ha anche fatto notare alla dirigenza di Capgemini che, pur avendo un’eccellente esperienza nel settore, Henk era consapevole del fatto che la vita in Polonia è meno cara rispetto ai Paesi Bassi e, pertanto, non pretendeva uno stipendio che la società non avrebbe potuto permettersi.

Capgemini ha apprezzato le informazioni ricevute e ha invitato Henk a un colloquio via Skype, in seguito al quale gli è stato offerto il posto.

Opportunità non sfruttate in Europa

Secondo Barbara, molte delle persone che hanno difficoltà a trovare un impiego nel proprio paese d’origine a causa dell’età o di altri motivi possono ancora avere grandi opportunità in altri paesi europei.

“Cercare lavoro in altri paesi, compresi gli Stati membri dell’UE che hanno aderito più di recente, è una buona scelta, soprattutto per chi ha molta esperienza ed è specializzato nel proprio settore. La conoscenza delle lingue è un valore aggiunto”, conclude Barbara.

Dal canto suo, Henk è entusiasta dell’opportunità di lavorare in Polonia. “Non vedo l’ora. È una situazione del tutto nuova. Sono stato in Polonia un paio di volte e mi è piaciuto molto: è un paese splendido e le persone sono molto gentili e amichevoli”.

Per saperne di più

Visita il sito Internet di Capgemini

Aderisci a EURES su Facebook

Segui EURES su Twitter

Collegati a EURES su LinkedIn

Segui EURES su Google+
 
Clausola di limitazione della responsabilità: si prega di notare che né EURES né la Commissione europea si assumono responsabilità per il contenuto dei siti web di terze parti sopra citati.
 
 

 

Ultima modifica al testo: 05/2014


clausola di limitazione di responsabilità
Gli articoli pubblicati nella sezione "Il punto su…" sono intesi a fornire agli utenti del portale EURES informazioni sulle attuali tematiche e tendenze nonché a stimolare il dibattito e la discussione. Il loro contenuto non rispecchia necessariamente le opinioni della Commissione europea.