Il punto su...

Trasformare i posti di lavoro da stagionali ad annuali

Grazie all’opportunità di integrare un posto di lavoro stagionale con un impiego nelle località turistiche invernali del Tirolo, 35 lavoratori croati del settore alberghiero hanno trovato lavoro per tutto l’anno.

Uno di questi lavoratori è Mišel Butorac, uno chef croato. “Per me questo programma è estremamente significativo, perché introduce equilibrio in un settore in cui questo tradizionalmente manca, come quello dell’impiego stagionale”, afferma Mišel. “Il programma non solo mi garantisce un reddito costante, ma mi offre anche l’opportunità di acquisire importanti conoscenze e maggiore esperienza nel mio settore.”
 
“La cooperazione tra Tirolo e Croazia nel campo del lavoro stagionale è un valido esempio di come due paesi con diverse tipologie di turismo possano offrire la possibilità di un impiego praticamente annuale ai lavoratori del settore alberghiero”, spiega Željko Marković, consulente EURES presso il Servizio per l’impiego croato all’ufficio regionale di Fiume.
 
La regione austriaca del Tirolo, con il suo pittoresco paesaggio alpino, è tradizionalmente la culla degli sport invernali. Ogni anno, da dicembre ad aprile, si riversano in questa regione frotte di appassionati sciatori. Per accogliere i turisti, il settore alberghiero della regione ha bisogno del sostegno di una massiccia forza-lavoro stagionale. Tuttavia, per quanto possa apparire strano, ogni inverno i datori di lavoro tirolesi faticano a trovare personale sufficiente a coprire il fabbisogno. 
 
Nel frattempo in Croazia, nella regione dell’Alto Adriatico, accade l’esatto contrario. Se dalla primavera all’autunno queste terre sono inondate di turisti, al termine della stagione molti chef, cuochi, camerieri e altri operatori del settore alberghiero croato rimangono senza lavoro.
 
“È una soluzione vantaggiosa per tutte le parti coinvolte”, osserva Željko. “Le località turistiche tirolesi accolgono lavoratori croati esperti nel settore alberghiero e che parlano correntemente il tedesco, mentre i lavoratori croati trovano un impiego nei mesi invernali, per poi ritornare in Croazia pronti per iniziare un’altra intensa stagione estiva.”
 
La cooperazione regionale è iniziata ufficialmente con un tour informativo organizzato in Tirolo. Alcuni consulenti EURES provenienti dalle zone clou del turismo estivo, come la regione croata che si affaccia sull’Alto Adriatico, hanno visitato il Tirolo e hanno potuto valutare di persona quali opportunità di lavoro fossero disponibili durante la stagione invernale.
 
Al termine del tour è stato messo a punto uno specifico processo di collocamento. I consulenti EURES della zona del Tirolo collaborano con i datori di lavoro locali per individuare le esigenze di impiego stagionale. Queste informazioni sono trasmesse ai consulenti EURES croati, che promuovono i posti vacanti attraverso il sito web PES e altri mezzi. Le candidature idonee sono trasmesse in Tirolo, dove vengono organizzati i colloqui di lavoro e gestite le assunzioni.
 
Il programma continua ad avere successo. Nella stagione 2012/2013 hanno trovato impiego 10 lavoratori stagionali croati. Lo scorso anno, durante la stagione 2013/2014, questo numero si è triplicato: sono stati complessivamente 35 i croati assunti nel distretto di Landeck, in Tirolo.
 
Per saperne di più:
 
 
 
Scopri cosa può fare EURES per i datori di lavoro
 
Cerca una Giornata del lavoro nel calendario degli eventi EURES
 
Scopri i prossimi eventi EURES online
 
 
 
Aderisci a EURES su Facebook
 
Segui EURES su Twitter
 
Collegati a EURES su LinkedIn
 
Segui EURES su Google+
 

Ultima modifica al testo: 05/2014


clausola di limitazione di responsabilità
Gli articoli pubblicati nella sezione "Il punto su…" sono intesi a fornire agli utenti del portale EURES informazioni sulle attuali tematiche e tendenze nonché a stimolare il dibattito e la discussione. Il loro contenuto non rispecchia necessariamente le opinioni della Commissione europea.