Libera circolazione

Informazioni sulle regole transitorie che disciplinano la libera circolazione dei lavoratori da, verso e tra i nuovi Stati membri

Commissione europea:

Negli Stati membri dell’dello Spazio economico europeo (SEE) 1 la libertà di circolazione delle persone rappresenta un diritto fondamentale che permette ai cittadini di uno Stato dell’SEE di lavorare in un altro Stato dell’SEE alle stesse condizioni dei cittadini di quello stesso Stato membro.

È previsto un periodo transitorio della durata massima di 7 anni a partire dalla data di adesione della Croazia, il 1° luglio 2013, durante il quale può essere imposta una serie di restrizioni alla libera circolazione dei lavoratori in provenienza da e verso questo Stato membro.

Tali restrizioni riguardano esclusivamente la libertà di circolazione ai fini di un’occupazione professionale e possono variare da uno Stato all’altro.

Selezionando un paese nell’elenco qui sotto si possono vedere le regole che si applicano in quel paese per i cercatori di lavoro provenienti da altri Stati membri.