chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Blog

IEMRI E BRESCIA MY TOWN

07/10/2017
by BEATRICE UNGARI
Lingua: IT

Il progetto "Information and Educational Materials for Refugees and Immigrants" (IEMRI) è promosso dal CPIA 1 Brescia in collaborazione con il centro di accoglienza per richiedenti asilo "Asilo Notturno S. R. Pampuri Fatebenefratelli onlus",  ed è co-finanziato dal programma Erasmus+ dell'Unione Europea.

Il progetto è indirizzato a richiedenti asilo e rifugiati, immigrati e studenti nazionali, ed ha tre obiettivi prioritari:

  • far comprendere agli studenti dei paesi coinvolti nel progetto la difficile situazione dei richiedenti asilo e/o rifugiati, sollecitarli a realizzare qualcosa che possa aiutarli nel loro percorso di integrazione linguistica e sociale e allo stesso tempo approfondire la conoscenza delle risorse delle loro città e della cultura nazionale;

  • contribuire all'effettiva integrazione dei rifugiati e degli immigrati attraverso la produzione di materiale informativo/educativo in formato audiovisivo e digitale;

  • far acquisire agli studenti, attraverso la realizzazione di questo materiale, competenze linguistiche nelle lingue straniere e in Italiano L2, competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica, competenze nell'uso delle tecnologie informatiche ed infine motivarli nello studio e prevenire così l'insuccesso e l'abbandono scolastico.

 

/epale/it/file/iemrivideojpgiemri_video.jpg

Il CPIA 1 Brescia sta realizzando delle unità di apprendimento della lingua italiana basate su brevi video a cui verranno associate attività didattiche, come ad esempio esercizi di comprensione orale e scritta, glossari ecc.

Ecco qui un esempio (altri sono disponibili sulla pagina Facebook)

I video sono stati ideati, interpretati e girati dagli studenti italiani, immigrati e richiedenti asilo (ospiti del centro di accoglienza Asilo Notturno S. R. Pampuri), iscritti ai corsi di primo livello primo periodo didattico.

I video mostrano come affrontare alcune situazioni-tipo in cui i migranti si vengono a trovare nel paese ospite come ad esempio una visita medica, un colloquio in un ufficio pubblico, l'acquisto di biglietti ferroviari ecc. Le attività didattiche associate ai video approfondiranno le funzioni linguistiche primarie necessarie per l'interazione nelle diverse situazioni. 

 

Per realizzare gli obiettivi prefissati, il CPIA 1 Brescia ha collaborato inoltre con gli educatori dell'Asilo Notturno S. R. Pampuri alla realizzazione della mostra "Brescia My Town", allestita nel centro storico di Brescia dal 29 al 31 Luglio 2017.

La mostra raccoglie i lavori artistici dei migranti ospiti del centro di accoglienza e documenta il loro passaggio nella città, tra viaggio e conoscenza della storia.

Si tratta di dipinti che rielaborano le foto scattate ai principali luoghi e monumenti storici di Brescia durante le uscite didattiche effettuate insieme agli insegnanti del CPIA 1 Brescia.

Gli educatori e gli insegnanti infatti si erano resi conto che i migranti non avevano idea della città in cui erano accolti... erano dei viaggiatori allo sbando!

Considerando che il modo migliore per apprezzare un luogo e muoversi in esso con disinvoltura è visitarlo, esplorarlo e conoscerlo, i richiedenti asilo sono stati divisi in piccoli gruppi e hanno esplorato i luoghi caratteristici vanto della cittadinanza bresciana, attraverso le principali epoche storiche: dall’età Romana a Brescia Contemporanea in un itinerario che prevedeva come tappe obbligate anche il periodo medievale e il Rinascimento bresciano.

Dopo questa prima fase di conoscenza della città, in cui gli studenti hanno appreso la storia e l'arte tipica di queste epoche, i richiedenti asilo sono stati stimolati a realizzare le opere pittoriche dei luoghi visitati accompagnandole da didascalie con le impressioni e le sensazioni suscitate vissute. 

I dipinti realizzati rappresentano un sincero passo avanti nel percorso di integrazione nella nostra città.

 

 

Visita la nostra pagina Facebook del progetto!

 

 

/epale/it/file/iemri-gruppo-2-resjpgiemri-gruppo-2-res.jpg

 

Beatrice Ungari

 

------------------------------

[n.d.r.] Beatrice Ungari ha partecipato al seminario nazionale Epale a La Spezia, per contribuire insieme a oltre 130 partecipanti selezionati da tutta Italia, alla stesura del Manifesto della formazione accogliente. Leggi l'articolo

 

 

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn