chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Newsroom

I migrati, un documentario di contro narrativa

24/02/2017
Lingua: IT

Quattro ospiti di una comunità di disabili si improvvisano giornalisti e girano su un pulmino per i paesi dell' Appennino che accolgono i migranti. Fanno domande a loro, ai vecchi in piazza, discutono durante il viaggio. E alla fine il loro stupore ingenuo e bizzarro sembra dipingere il ritratto inedito di una Italia migliore di quella impaurita e arrabbiata raccontata ogni giorno dai giornali e tv. “I Migrati” è una contro narrazione televisiva sul tema dell'immigrazione che racconta l'incontro tra due fragili "diversità": un gruppo di disabili italiani e di immigrati stranieri.

Diretto da Francesco Paolucci
prodotto dalla “Comunità XXIV luglio – Handicappati e non”
per TG2 Dossier

Il documentario andrà in onda Sabato 25 febbraio, 23.50 RaiDue - Guardalo su Rai Play  (TG2 Dossier)

 

Guarda il Trailer de "I Migrati":   

 

Ascolta il podcast dell'intervista su Radio3

 

/epale/en/file/imigrati2-400jpgimigrati2-400.jpg

I ragazzi della Comunità XXIV Luglio L'Aquila, con i migranti intervistati
“Cos’è il Radadan?” La domanda fiorisce sulle labbra di Benito come se fossero quelle di un bimbo. “Ramadan” lo corregge con un sorriso un ragazzo dalla pelle nera, parlandogli del mese di digiuno che ogni anno la sua religione gli prescrive. Ma Benito è un adulto, non un bambino. Un disabile della “Comunità XXIV luglio – handicappati e non” coinvolto, assieme ad altri tre amici, due uomini e una donna, in una singolare esperienza giornalistica: girare con un pulmino per alcuni paesi appenninici che accolgono i migranti, intervistarli, recepire gli umori della gente, discuterne fra di loro.

Ne viene fuori un racconto leggero, ingenuo, sdrammatizzante, che abbatte barriere e pregiudizi, di cui si avvertiva proprio il bisogno. Si chiama “I MIGRATI” il documentario di 52 minuti che lo contiene, diretto da Francesco Paolucci e prodotto proprio dalla “XXIV luglio”, che i telespettatori potranno gustare sabato 25 febbraio alle 23,50, su Tg2 dossier, e domenica alle 19 su Tv 2000, che anche si è voluta assicurare il prodotto, cosa ritenuta piuttosto rara, per una tv concorrente. Leggi tutto l'articolo "I MIGRATI, un film contro le barriere" di Corrado Giustiniani, L'Espresso.

 

Fonti: RadioTre, Ufficio stampa RAI, Pagina Facebook I Migrati - documentario, Pagina Facebook Comunità 24 luglio

 

 

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google+ Share on LinkedIn