chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Blog

La convalida delle competenze nel volontariato sulla base del Quadro Europeo delle Qualifiche (DE, EN, ES, IT, PT)

05/08/2016
by Alessandra Cecc...
Lingua: IT
Document available also in: DE EN ES PT BG FI

Questo post è disponibile in inglese, italiano, portoghese, spagnolo e tedesco

di Karl-Heinz Gerholz e Silvia Zehr

"Organizzare giornate di volontariato per la città", "Dare lezioni di danza in una casa di riposo", "Aiutare i bambini a imparare a leggere o fare pratica nel pomeriggio", "Gestire una squadra sportiva giovanile". Questi sono quattro esempi di volontariato. Un'area di attività tipica dell'apprendimento informale. Generalmente i volontari, attraverso le attività svolte, acquisiscono nuove competenze o sviluppano ulteriormente quelle che hanno. Il focus del progetto europeo "Destination eValidation" è lo sviluppo di uno strumento online per la validazione delle competenze dei volontari.

Il progetto è partito a ottobre 2014 ed è finanziato nell'ambito del programma ERASMUS+.

Il consorzio è composto da nove partner (Germania, Bulgaria, Finlandia, UK, Italia, Portogallo, Romania, Spagna, and Turchia), che stanno collaborando a stretto contatto per raggiungere gli obiettivi.

 

Visualizzare le competenze acquisite attraverso il volontariato con l'aiuto di uno strumento on-line

Attraverso il volontariato, le competenze saranno acquisite o ulteriormente sviluppate. I volontari spesso non si rendono conto di questo aspetto. Inoltre vi è scarso apprezzamento di queste specifiche competenze, soprattutto da parte del mercato del lavoro. L'obiettivo principale del progetto è quindi lo sviluppo di uno strumento online che permette ai volontari di riflettere, documentare e visualizzare le competenze che hanno acquisito.

Un aspetto molto speciale del progetto è che la visualizzazione delle competenze è legata al Quadro europeo delle qualifiche (QEQ) e al Quadro nazionale (NQF) di ciascun paese partner partecipante [per l'Italia si veda il Primo rapporto italiano di referenziazione delle qualificazioni al quadro europeo EQF, a cura di ISFOL, ndr]. Si tratta di un contributo per l'ulteriore sviluppo di uno spazio educativo europeo unificato.

Lo strumento online consente non solo la visualizzazione delle competenze acquisite attraverso il volontariato, ma dà anche il feedback all'utente sul proprio livello di competenza nel quadro nazionale delle qualifiche di riferimento. Questa informazione è utile per l'identificazione delle possibilità di futuri percorsi da intraprendere di istruzione superiore o qualifica professionale. Ai futuri datori di lavoro saranno fornite anche le informazioni pertinenti sulle competenze dei volontari.

Punto di partenza: Quadro nazionale ed europeo delle qualifiche

Il primo passo è stata una analisi della struttura del quadro nazionale delle qualifiche di ciascun paese partner e il suo collegamento al QEQ. Sulla base di questo è stata sviluppata una griglia dei livelli, tenendo anche in considerazione le competenze chiave per l'apprendimento permanente. Su questa base, il consorzio ha sviluppato:

  1. Domande guida per la riflessione, che dovrebbero motivare i volontari a pensare alle loro competenze, a concretizzarle e renderli consapevoli di come queste abilità possono aiutarli nella loro vita privata e professionale. Le domande sono collegate alle competenze chiave.
  2. Domande per determinare il livello di competenza in base al QEQ.
  3. Affermazioni descrittive, che sono adattate al particolare livello QEQ. Attraverso l'autovalutazione e il peer-assessment, può essere descritto ed illustrato come o in che misura è stato raggiunto un livello di competenza.

 

Ottenere un certificato attraverso domande guida per la riflessione, auto- e peer-assessment

 

Le attività di sviluppo hanno portato ad uno strumento online. Lo strumento online presenta quattro fasi che sono basate l'una sull'altra. Innanzitutto l'utente definisce in modo quanto più dettagliato possibile e aggiungendo documenti appropriati (es. prove di lavoro) le sue attività precedenti nel campo del volontariato. Successivamente, all'utente verrà chiesto di rispondere ad alcune domande per riflettere sulle diverse competenze chiave. Segue poi l'autovalutazione, in cui l'utente in primo luogo deve rispondere a quattro domande per essere assegnato a uno specifico livello di competenza del QEQ / NQF e quindi deve selezionare le affermazioni, direttamente connesse al livello di competenza, che meglio lo descrivono. Dopo di che, i volontari hanno l'opportunità di invitare il loro capo o colleghi di volontariato a partecipare alla valutazione tra pari. Infine, tutte le informazioni utili saranno riassunte e chiaramente organizzato in un portfolio. Se il volontario soddisfa determinati requisiti, otterrà un certificato.

 

Inizia!

 

Per avere un'idea del progetto visitate http://validationforvolunteers.eu dove potete anche trovare il link alla versione test del nostro strumento online. Al termine del progetto (novembre 2016), si prevede di dare accesso allo strumento on-line a tutti i volontari interessati in tutta Europa. L'obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza delle competenze acquisite nel campo del volontariato e della necessità di una loro validazione. Al fine di entrare in contatto con e raggiungere anche le parti interessate, saranno organizzati nell'ambito del progetto seminari nazionali e conferenze transnazionali nonché ulteriori attività di diffusione. Sei cordialmente invitato.

Il Prof. Karl-Heinz Gerholz ha inziato a lavorare al progetto durante il suo incarico di docenza alla Paderborn University in Germania. Da aprile 2016 è stato nominato per la cattedra di "business and economics education" presso la Bamberg University. Nonostante ciò è ancora attivamente coinvolto in questo progetto. Silvia Zehr assistente scientifica alla Bamberg University.

 

/epale/it/file/volunteeringjpg-0volunteering.jpg

Im Freilwilliges Engagement erwerben Menschen zahlriechen Kompetenzen

 

 

 

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn
  • Ritratto di David Mallows

    Many thanks Christian

  • Ritratto di Christian BERNHARD-SKALA

    Dear Lynne and David,

    the link of the beta version works now!

    Best,

    Christian

  • Ritratto di Lynne Thompson

    Hi,

    Article very interesting, especially as I have been involved with technology volunteering here in the UK and helping volunteers gain qualifications. As David Mallows mentions, I tried the link to  the beta test (tool.validationforvolunteer.com) on three different web browsers, Internet Explorer, Chrome and Firefox same results not able to find webpage.

     

    Please let me know when this has been fixed thank you.

  • Ritratto di David Mallows

    Thank you for this blog and for the link to the project website. Helping volunteers '...to reflect, to document and to visualize the competences they have gained' seems an excellent way of encouraging (and understanding) volunteering.

    One small point: I tried to use the online tool, but the link doesn't appear to be working. 

    Best wishes

    David